I TRE GIORNI DI BUIO


RIVELAZIONI E MESSAGGI SUI TRE GIORNI DI OSCURITÀ SU TUTTA LA TERRA

RIVELAZIONI E PROFEZIE DATE A LUZ DE MARÍA

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
31 Dicembre 2015

Figli, non allontanatevi da Me. Venite, il Mio Amore vi reclama.

QUANDO VEDRETE BRILLARE NEL CIELO QUELLO CHE SI STA AVVICINANDO SEMPRE DI PIÙ ALLA TERRA, CHIEDETE A MIA MADRE, CON L’AVEMARIA, CHE I SUOI ANGELI VI PROTEGGANO.

Questa sarà l’oscurità che è stata annunciata che giungerà e si impossesserà del mondo, facendo passare il Mio Popolo attraverso il crogiolo, quel Popolo che Mi ha sloggiato e che Mi ha buttato fuori dal suo cuore.

MESSAGGIO DELLA BEATA VERGINE MARIA
08 Ottobre 2015

Figli Miei:

GIUNGERÀ UNA COMETA SULLA TERRA E PROVOCHERÀ I TRE GIORNI DI OSCURITÀ CHE IO HO TANTO ANNUNCIATO.

Tre giorni durante i quali dovrete rimanere nelle vostre case, con le finestre ben chiuse, così che la luce dei fulmini terribili e delle scintille che cadranno dall’alto, non vi arrechino danno, visto che tra i fulmini e le scintille, i demoni uccideranno un gran numero dei Miei figli, ed Io, con grande dolore, spargerò le Mie lacrime su di loro.

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
04 Luglio 2015

Le tenebre copriranno l’umanità per tre giorni, durante i quali sarete purificati come mai prima, a causa del peccato smisurato a cui è giunto l’uomo.

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
17 Settembre 2014

IO CHIAMO IL MIO POPOLO FEDELE, QUELLO CHE MI AMA “IN SPIRITO E VERITÀ” , A MANTENERSI SALDO PERCHÉ STA ARRIVANDO L’OSCURITÀ FISICA E SI SPARGERÀ IN TUTTO IL GLOBO TERRACQUEO.

Sarà un evento cosmico, la terra si oscurerà e sarà scossa con forza, ma quelli che temono la Mia Giustizia è perchè non Mi conoscono profondamente, è perchè non sanno che anche mettendo in atto la Mia Giustizia, questa ha in sè la Mia implicita Misericordia, altrimenti tutto verrebbe annichilato.

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
04 Luglio 2010

“Le tenebre dureranno tre giorni, soperchiando l’astro del sole. Questi giorni sembreranno interminabili.”

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
02 Luglio 2010

Figli Miei: rimasi per tre giorni nel sepolcro per poi Risuscitare. Così anche voi sarete privati della luce per tre giorni. Trascorsi questi giorni,

RISPLENDERETE COME RISPLENDE LA LUCE, CHE NON SI NASCONDE.

VISIONE DI LUZ DE MARÍA SUI TRE GIORNI DI OSCURITÀ

Negli ultimi messaggi, il Cielo mi ha fatto sentire l’afflizione in cui viviamo. È una sensazione di gratitudine per la Parola Divina e contemporaneamente di angoscia per quanto incombe sull’umanità.

Il Mio Divino Sposo mi ha mostrato una bilancia. Sulla Bilancia c’era da un lato la volontà dell’uomo, più pesante, e dall’altro la Volontà Trinitaria, che in questo momento viene disprezzata.

Con l’evolversi degli avvenimenti, vidi che il lato della bilancia dove stava la Volontà Trinitaria, pesava maggiormente; allora la bilanca si è inclinata verso la volontà di Dio e l’uomo soffriva e soffriva, senza sosta.

Il Mio Sposo divino mi ha detto: Amata Mia, guarda, la bilancia è già inclinata verso la Mia Volontà. Ora con la sofferenza, la natura duplicherà contro l’uomo, il dolore che sente.

So che molto presto ci sarà un grande terremoto. So che ci sarà un attentato che causerà stupore a tutta l’umanità. So che tutto questo è molto, molto vicino all’uomo, che ogni giorno è veramente una benedizione.

QUELLO CHE DOBBIAMO FARE E’ INTERCEDERE PER TUTTA L’UMANITÀ!

Questi giorni sono la conseguenza del fumo del peccato che cresce a un punto tale, che Dio invierà gli Angeli a suonare le sue trombe prima dei giorni dell’oscurità.

Questi giorni saranno di origine Divina e la conseguenza del libero arbitrio dell’uomo.

La Santissima Trinità permetterà che il peccato ricada sulla terra sotto forma di fuoco. Quando questo succederà, Dio farà in modo che la natura sia dura e reagisca contro l’uomo. Tutto questo succederà in un solo evento.

Dio ci promise che questa purificazione sarebbe stata con il fuoco, ma questo fuoco avrà il potere di trapassare la carne e di raggiungere le viscere dell’uomo. Non è un fuoco simile a quello che conosciamo. Questo fuoco entrerà dalla bocca e sarà un bruciare dall’interno.

  • Sarà una prova di fede per i fedeli.
  • Sarà una tenebra tanto densa che non si vedrà niente. Questa oscurità entrerà nell’anima.

So che è stata fatta una promessa che solo le candele benedette faranno luce; ma c’è una luce che è inestinguibile, la luce dell’anima buona e fedele. Perchè ci sono persone che hanno candele benedette, ma la loro vita è un disastro. A queste creature le candele non si accenderanno: la loro anima non trasmetterà loro la luce.

Il peccato prenderà forma. Per esempio: la lussuria verrà come demonio. I demoni della concupiscienza della carne, dell’aborto, delle droghe, della blasfemia, si riverseranno sulla terra e si porteranno via le anime in peccato.

Ho visto i demoni gridare bestemmie e prendere i corpi di quelli che sono in peccato mortale, bussando alle porte delle case, imitando le voci dei familiari. In questo modo entreranno a prendere quelli che sono dentro casa e li prenderanno per portarli all’inferno, che si aprirà facendo tremare la terra e agitando le acque, fino a quando queste inonderanno la maggior parte della terra, tanto che chi rimarrà vivo si sentirà da solo.

La terra sarà coperta di cadaveri e verrà il flagello dei lupi che li mangeranno, affinchè non contaminino. I buoni saranno protetti.

Dobbiamo fare un piccolo altare in casa, con i libri di preghiere e le candele benedette.

Il Signore mi ha permesso di vedere le tenebre, ho sentito lamenti terribili. Guardai al Nord e vidi una grande nube scura che avanzava verso Sud, era qualcosa di spaventoso.
Con l’oscurità giungevano demoni e fuoco, che avanzando portavano via tutto quello che incontravano sul loro cammino. Vidi gli Angeli di Dio davanti all’oscurità, che prendevano le persone buone e in un attimo le portavano nelle loro case e gli innocenti li portavano da un’altra parte.

Mentre avanzava l’oscurità, densa, molto densa, con un odore nauseabondo che usciva dai corpi delle persone alle quali i demoni toglievano le viscere e le spargevano per terra. I demoni gridavano in modo orribile, parole che non ho compreso. Volevano entrare nelle case dei fedeli, dove c’erano persone che stavano pregando, con candele benedette, ma non ci riuscivano.

I DEMONI FUGGIVANO DISPERATI.

Da un momento all’altro vidi tutta la terra scura, tutta la terra era in convulsione.
Il terremoto non diminuiva la sua intensità e le acque spazzavano la terra. Vidi una candela benedetta durare per più di tre giorni. Allo stesso modo potei vedere come le case dei buoni non cadevano, ma si mantenevano in piedi, così come quelle consacrate alla Santissima Vergine Maria e al Sacro Cuore di Gesù.

RIEPILOGO DELLE PROFEZIE REALIZZATO DA UN SACERDOTE

Sono un sacerdote cattolico e ho trascorso settimane con una grande angoscia interiore.

Se parlo, molti si burleranno di me, forse principalmente i miei stessi fratelli nel sacerdozio.

Se taccio la mia coscienza mi grida: codardo! e la Parola di Dio mi rimorde: “Quando io dirò all’empio: “Certo morrai”, se tu non l’avverti, e non parli per avvertire quell’empio di abbandonar la sua via malvagia, e salvargli così la vita, quell’empio morrà per la sua iniquità; ma io domanderò conto del suo sangue alla tua mano. (Ezechiele 3,18).

Per questo parlerò, è meglio essere a posto con Dio, che temere gli uomini.

I testi citati sono stati pubblicati con licenza ecclesiastica, imprimatur, dicendo che “non si è riscontrato in essi niente che vada contro la FEDE e la Morale della Santa Chiesa Cattolica.”

Per una serie di circostanze, ebbi accesso a documenti sconosciuti nel nostro ambiente, profezie delle epoche più diverse, di paesi e lingue molto distanti tra loro.

La cosa strana ed inspiegabile è l’unanimità e l’insistenza con la quale si sono ricevuti AVVERTIMENTI dal Cielo, che tra poco tempo tre quarti dell’umanità periranno, in TRE GIORNI di intense tenebre.

L’idea mi sembrava assurda e incompatibile con la bontà e la misericordia Divina.

Ma leggendo, rileggendo, riflettendo e meditando, mi sono convinto che non è possibile che così tante persone importanti agli occhi di Dio (autentici stigmatizzati, santi canonizzati, mistici, e tante apparizioni mariane approvate dalla chiesa) si sbagliassero in modo così unanime.

Io credo questo:
Dio castigherà molto presto il mondo in un modo tanto terribile, come non è successo dal tempo del diluvio, né mai più succederà. E se così è, ho il dovere di avvisare i miei fratelli, gridare loro questa terribile realtà.

Ritengo, come San Paolo, che “il giusto vive di fede” e come San Tommaso ho bisogno di “toccare” prima di credere. Ma, proprio per aver studiato la Bibbia, so che Gesù promise:

“Quando però verrà lo Spirito di verità, Egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future.” (Giovanni 16:13).

E il profeta Amos: “Avviene forse nella città una sventura, che non sia causata dal Signore?” e risponde: No, In verità, il Signore non fa cosa alcuna senza aver rivelato il suo piano ai suoi servitori, i profeti.” (Amos 3:6-7)

Toccando il tema delle profezie, molti corrugheranno la fronte, magari già stanchi dell’uso e dell’abuso che alcuni fratelli separati hanno fatto delle profezie bibliche, gridando costantemente: “Cristo sta arrivando” e “la fine del mondo è già alle porte!!!”…

Non si tratta della Fine del mondo, mi limito a riportare le profezie come sono state scritte.
Abbiamo selezionato le fonti maggiormente degne di fede, preferendo testi che vennero pubblicati con “imprimatur”.

Credere o non credere? Dio raramente, in realtà mai, rivela la totalità dei suoi piani.

Già lo constatò San Paolo: ” La nostra scienza è parziale e parziale è la nostra profezia” (Corinzi, 13,9).

Ma anche: “Non spegnete lo Spirito; non disprezzate le profezie; ma esaminate ogni cosa e ritenete il bene,” (Tessalonicesi 5 19-21)

E San Pietro Canisio:

“C’è meno pericolo nel credere e accogliere ciò che, con qualche probabilità, ci riferiscono persone di fede e che serve all’edificazione del nostro prossimo, che rifiutare tutto con spirito temerario e di disprezzo”. Come purtroppo molti (e non pochi sacerdoti), fanno.

▒ ▒   TESTI SCELTI SULL’ARGOMENTO

ANNA MARIA TAIGI (1769-1837):

Donna di luci straordinarie, beatificata nel 1920. Il suo corpo si conserva incorrotto. Il Cardinal Salotti scrisse la sua vita. Predisse l’abdicazione di Carlo IV di Spagna, la caduta di Napoleone, la liberazione di Papa Pio VII, ecc. con un arricchimento di dettagli che si verificarono tutti.
Quando Papa Leone XII era agonizzante, chiesero di pregare ad Anna Maria Taigi ed ella rispose:

“Il Papa non morirà, ma Monsignor Strambi (il suo consigliere), che ha offerto la vita per lui, si prepari, perché il Signore ha accettato la sua generosa offerta.” E con sorpresa di tutti, effettivamente Leone XII si riprende e di colpo Monsignor Strambi – attualmente beatificato- cade svenuto e muore.

Che cosa ha predetto Anna Maria Taigi per i nostri tempi? Ecco un riassunto:

“Dio manderà due castighi: uno sarà sotto forma di guerre, rivoluzioni e altri mali; avrà origine sulla terra. L’altro sarà mandato dal Cielo. Verrà sopra la terra l’oscurità immensa che durerà TRE GIORNI e tre notti. Nulla sarà visibile e l’aria sarà nociva e pestilenziale e recherà danno, sebbene non esclusivamente ai nemici della Religione. Durante questi tre giorni la luce artificiale sarà impossibile; arderanno soltanto le candele benedette. Durante tali giorni di sgomento, i fedeli dovranno rimanere nelle loro case a recitare il Rosario e a chiedere Misericordia a Dio… Tutti i nemici della chiesa (visibili e sconosciuti) periranno sulla Terra durante questa oscurità universale, eccettuati soltanto quei pochi che si convertiranno.”

In un’altra visione:

La terra avvolta dalle fiamme, farà sprofondare molti edifici. La terra e il cielo sembrano agonizzare. Milioni di uomini moriranno di spada, alcuni in guerra, altri in lotte civili; milioni periranno nei tre giorni di tenebre. (…) Dopo aver purificato il mondo e la sua chiesa ed aver estirpato tutta la gramigna, Nostro Signore opererà una rinascita miracolosa … (cfr. Apoc. 6, 12-17; 8, 12-13; 9,2; 11, 15-19.)

S. GASPARE DEL BUFALO (1786-1836)

Fondatore dei Missionari del Preziosissimo Sangue: “Colui che sopravviva ai tre giorni di tenebre e di spavento, si vedrà come se fosse solo sulla terra, (…) Non si è visto niente di simile dal diluvio.”

SUOR MARIA DI GESÙ CROCIFISSO (1846-1878)

Religiosa carmelitana, beatificata recentemente: “Durante i tre giorni di tenebre, le persone dedite ai loro modi depravati periranno, di modo che sopravvivrà soltanto una quarta parte dell’umanità.”

PADRE BERNARDO MARIA CLAUSI (17891849)

Religioso dell’Ordine dei Minimi: “Questo flagello si farà sentire in tutto il mondo e sarà tanto terribile che ognuno di quelli che sopravvivranno, immaginerà di essere l’unico rimasto e tutti si pentiranno. ..
Ma prima, il male avrà fatto tanti progressi, che sembrerà che i demoni siano usciti dall’inferno. Quando la mano dell’uomo non potrà oltre e tutto sembrerà perduto, Dio stesso metterà la Sua mano e metterà a posto le cose in un batter d’occhio.”

SUOR MARIA ADALFUNE (1814-1992)

Religiosa di San Agustin, si offrì vittima per la salvezza dei peccatori. Gesù le rivelò, la notte del 13 maggio del 1849:
“Non posso più risparmiare al mondo la punizione tremenda che gli è riservata. Allora tutti alzeranno le braccia verso Me e grideranno: “Misericordia!”

Non temete non abbandonerò la Chiesa in quei giorni. Verrò in suo aiuto. (Il Signore le fece vedere le atrocità che si commetteranno in quei giorni,… un disprezzo per tutto quanto è sacro).

“I sacerdoti” – continuò Gesù – “non devono mischiare tanta scienza umana con gli insegnamenti della Mia Dottrina, devono rinunciare alle vanità.”

I MESSAGGI DI LA SALETTE: (Francia, 1846)

Apparizione approvata dalla Chiesa. La Madonna apparve a due bambini il 19 settembre del 1846, dando loro un segreto. Fu pubblicanto, con l’Imprimatur del Vescovo di Lecce. Nel 1922, fu fatto conoscere nella sua totalità dal Vaticano.

“Dio castigherà il mondo in un modo mai visto.. Nessuno potrà sfuggire… Le chiese saranno chiuse e profanate; i sacerdoti e/o religiosi saranno perseguiti… I cattivi libri abbonderanno. (..) Molti sacerdoti e anche vescovi, si allontaneranno dalla vera fede.
Il demonio avrà le sue chiese che gli celebreranno il culto. Regnerà il materialismo, l’ateismo ed ogni genere di vizi.. Sembrerà che Dio si sia dimenticato dell’umanità. Tutto sembrerà perduto.. Allora Gesù Cristo, in un atto della sua giustizia e della sua misericordia per i buoni, darà ordine ai suoi angeli che tutti i nemici siano sterminati.
Cadrà fuoco dal cielo. Il sole si oscurerà” (…) I persecutori della Chiesa, le persone dedite al peccato, periranno e la terra sembrerà un deserto.”(…)

MARIE JULIE JAHENNY (1850-1941)

Stigmatizzata francese: “Verranno TRE GIORNI di grandi tenebre. Solo le candele di cera benedette faranno luce durante queste tenebre. Una candela basterà per i tre giorni.
Durante questi tre giorni, i demoni appariranno in forma orribile e abominevole e faranno risuonare nell’aria spaventose bestemmie.” (…)

“Una nube, rossa come il sangue, attraverserà il firmamento. La terra tremerà fino nelle sue fondamenta. Il mare scaglierà i suoi flutti sulla terra. Tre quarti della razza umana periranno.
La crisi arriverà sopra tutti all’improvviso e il castigo sarà mondiale.”

ELISABETTA CANORI-MORA (1774-1825)

Terziaria francescana stigmatizzata, morta in odore di santità. E’ stata beatificata nel 1994.
Vide le tremende battaglie che avrebbe sostenuto la Chiesa e annunciò i terribili castighi che minacciano l’umanità, che si sta avvicinando al punto culminante della sua ribellione contro Dio, contro la religione e contro la Chiesa. In una visione vide…

“Guai a coloro che ogni giorno, sempre con maggiore orgoglio e impudenza, calpestano la santa religione e la legge divina. Si servono delle parole della Sacra Scrittura e del Vangelo, corrompendo il suo vero senso per sostenere in questo modo le loro perverse intenzioni.”

In un’altra visione scrive:

“Ovunque regnava l’ingiustizia, la frode e il libertinaggio. Sacerdoti che disprezzano la santa legge di Dio, e mentre il cielo si copriva di nubi nere, si scatenava un tremendo uragano. A castigo dei superbi, che con empia presunzione tentavano di demolire la Chiesa dalle sue fondamenta, Dio permetteva ai poteri delle tenebre di abbandonare gli abissi dell’inferno.”
“Una legione di demoni si precipitava su tutta la terra… distruggevano case e palazzi,… e davano una morte crudele a una moltitudine di ribelli.”

La serva di Dio vide tutti quei mostri, nelle forme più spaventose, uscire dagli atri infernali e demolire tutti quei luoghi dove si era offeso gravemente Dio e si erano perpetrati sacrilegi. Di loro non restava nessuna traccia.

ANNA KATHERINA EMMERICH (1774-1824)

Celebre stigmatizzata tedesca. Religiosa Agostiniana. Ricevette le piaghe della Passione del Signore, accettando le grandi sofferenze per il conforto di altri e come vittima espiatoria di Dio, per le colpe e i peccati degli altri.

“Vidi la Chiesa di San Pietro e una quantità enorme di gente che lavorava per abbatterla, ma contemporaneamente ne vidi altri che la riparavano.
I demolitori ne toglievano grandi pezzi; erano soprattutto settari e apostati in grande numero.
Vidi con orrore che tra di loro c’erano anche dei sacerdoti cattolici…, vidi il Papa in preghiera circondato da falsi amici, i quali spesso agivano in contrasto alle sue disposizioni.(…)
Era penoso. Cinquanta o sessanta anni prima dell’anno 2000, satana sarà liberato per un po’ di tempo.
San Michele difenderà la Chiesa contro gli assalti del mondo, in violenti combattimenti, con squadroni di spiriti celesti.

Sopra la Chiesa apparve una Donna alta e risplendente, Maria, che estendeva il suo manto d’oro raggiante.
Nella Chiesa si videro atti di riconciliazione, accompagnati da dimostrazioni di umiltà; le sette riconoscevano alla Chiesa la sua ammirevole vittoria e alla luce della rivelazione che avevano visto loro stessi rifulgere sopra di lei. Sentii uno splendore ed una vita superiore in tutta la natura ed in tutti gli uomini una sacra allegria, come quando era prossima la nascita del Signore.”

Fratelli, è veramente terribile, ma se Dio lo ha voluto rivelare… è perché sia reso pubblico!

PROFEZIE RECENTI E SEMPRE PIÙ URGENTI

SUOR ELENA AIELLO (1895-1961)

Monaca stigmatizzata italiana, ricevette un messaggio il 16 aprile del 1954, Venerdì Santo:

“Ascolta bene ciò che ti dico e annuncialo a tutti. Il mio cuore è rattristato dalle molte afflizioni che minacciano il mondo. La giustizia del nostro Padre Celeste è gravemente offesa.
Il mondo è sprofondato in una corruzione strabocchevole. Quelli che governano si sono resi veri demoni incarnati, e mentre parlano di pace, preparano le armi più micidiali per distruggere popoli e nazioni. Innumerevoli scandali portano le anime alla rovina, specialmente quelle della gioventù.
“Il luogo fonte della fede e della santità, è macchiato e distrutto … (Gli uomini) continuano a vivere ostinatamente nei loro peccati. E’ vicino il flagello per liberare la terra dal male.
La Giustizia Divina chiede a gran voce soddisfazione per le molte offese e i mali che coprono la terra. Nient’altro sarà tollerato. Gli uomini nella loro ostinazione si sono induriti nei loro errori e perciò non si rivolgono a Dio. Le persone non si sottomettono alla Chiesa e disprezzano i sacerdoti, perché fra di loro ce ne sono tanti che sono motivo di scandalo.

“Il mondo sarà invaso da grandi disgrazie, rivoluzioni sanguinarie, uragani terribili, inondazioni di fiumi e di mari.
Alza la voce, fino a quando i sacerdoti di Dio non prestano ascolto al mio messaggio e avvisino gli uomini che il tempo è vicino e se non si convertono a Dio con preghiere e sacrifici, il mondo si vedrà coinvolto in una nuova guerra”…

Nubi con raggi di fuoco e una tempesta di fuoco, passeranno sul mondo e il flagello sarà il più terribile che abbia conosciuto la storia. Durerà SETTANTA ORE. Gli empi saranno schiacciati ed eliminati. Molti si perderanno, perché rimarranno nei loro peccati.”..

“Le ore delle tenebre sono vicine… Io mi inchino sul mondo e trattengo la Giustizia di Dio, altrimenti queste cose sarebbero già successe.”

“Mancano le preghiere e i sacrifici per riportare gli uomini a Dio e al Mio Cuore Immacolato. Propaga gridando tutto questo, in tutto il mondo, come vera eco della Mia voce. Fallo sapere perchè aiuterà a salvare molte anime e impedirà molta distruzione nella Chiesa e nel mondo.” (Testo con imprimatur del Vescovo di Cadiz-Ceuta, Spagna).

VENERABILE MADRE DEL BOUR

“Gli angeli sterminatori non aspettano altro che un segnale per colpire la terra.
La giustizia castigherà, ma la misericordia interverrà e i buoni saranno salvi, ci sarà una crisi terribile.
Il Signore mi ha espresso grandi lagnanze; si lamenta della foga nella ricerca dei piaceri, si lamenta dei balli scandalosi, dell’indecenza e del lusso… Se nel Vangelo si proibisce perfino un solo sguardo, un cattivo desiderio, c’è da stupirsi se castiga in modo terribile la corruzione dei costumi? Questo non è il risultato necessario ed inevitabile di tutti questi abusi?

I castighi del Signore si abbatteranno su di noi in vari modi: flagelli, disordini, spargimenti di sangue. Però quei giorni saranno abbreviati per i giusti.”

PADRE STEFANO GOBBI (1930-2011)

Fondatore del “Movimento Sacerdotale Mariano” con migliaia di sacerdoti e centinaia di vescovi nel mondo intero, che Maria prepara per ri-evangelizzare il mondo, dopo il terribile castigo.
Padre Gobbi ricevette molti messaggi:

1 dicembre 1973:
“Turbamenti, angosce e tribolazioni sono destinate ad aumentare giorno per giorno, perché l’umanità, redenta da Mio Figlio, sempre più si allontana da Dio…
Il demonio della lussuria ha contaminato ogni cosa. Poveri figli Miei, quanto siete malati e colpiti!
Lo spirito di ribellione a Dio ha sedotto l’umanità; l’ateismo è entrato in tante anime e ha spento ogni luce di fede e di amore. E’ questo il “Dragone rosso” di cui è stato detto nella Bibbia. Leggetela o figli, perché questi sono i tempi della sua attuazione.
Quanti figli miei sono ormai vittime di questo errore di satana! Anche tra i miei sacerdoti quanti sono quelli che non credono più; eppure restano ancora nella mia Chiesa, veri lupi in veste di agnelli, e rovinano uno sterminato numero di anime.
Ormai NULLA può trattenere la Mano della Giustizia di Dio, che presto si scatenerà contro satana e i suoi seguaci…(…) Se gli uomini lo sapessero, forse si ravvederebbero. Ma chi ha ascoltato i Miei Messaggi? (…) Quasi nessuno. Poche anime sconosciute…
Siate vigilanti, siate pronti: presto avrò bisogno di voi, perchè i tempi del Mio Trionfo sono arrivati!”

(1° Dicembre 1973)

31 Dicembre 1982:
“La coppa della divina giustizia è colma, stracolma, è traboccante. Guardate come l’odio e il peccato dilagano. Oggi, da gran parte degli uomini, non vengono più ossservati i Dieci Comandamenti del Signore… Ogni anno, nel mondo, a decine di milioni, i bambini innocenti vengono uccisi nel seno delle madri e cresce il numero degli omicidi, violenze, rapine e sequestri. L’immoralità dilaga come un diluvio di fango… (…) Solo una forza potente di preghiera e di penitenza riparatrice potrà salvare il mondo”…
Ascoltate almeno ora la voce della vostra Mamma Celeste. Recitate sempre il vostro Rosario.
Vivete con Me, nella fiducia e nella trepidazione, perché si preparano ore decisive che segneranno il destino di tutta l’umanità.”

SUOR ELENA PATRIARCA LEONARDI (1910-1989)

Religiosa, anima vittima per i peccatori, fondatrice della “Casa del Regno di Dio e Riconciliazione delle Anime” a Roma.
Riceve attualmente messaggi molto urgenti sul prossimo castigo:

“Figlia Mia, sono molto triste e il Mio Cuore è pieno di dolore. La violenza e le droghe hanno distrutto tanta gioventù; satana si è impossessato di molti cuori e suggerisce loro che Dio non esiste…
Tornate alla casa del Padre, saziandovi del Corpo e del Sangue di Mio Figlio…
Di mio Figlio non avete pietà: Ostie e Crocifissi trasudano sangue! Tornate a Gesù! … Pentitevi!

“Come posso salvarvi se non Mi ascoltate?… Cadranno fiamme dal Cielo e gli empi ne soffriranno;
sconvolgimenti e terremoti su un’umanità che non si pente.
La terra si aprirà sotto i vostri piedi e non ci sarà misericordia… Satana vuole trionfare.
Tradimenti del Papa: la massoneria si lancia contro la Chiesa, il Papa sarà calunniato; vogliono ucciderlo; vivrà giorni di dolore…
Figlia Mia, non posso più trattenere la mano della Giustizia di Dio. Quanti avvertimenti ho dato e nessuno li vuole credere!”… Parla, non avere paura e non nascondere quello che ti dico.”

Le nazioni senza Dio saranno il flagello utilizzato da Dio per castigare un’umanità senza rispetto e senza scrupoli. Poi un grande castigo si abbatterà sul genere umano, FUOCO e FUMO cadranno dal cielo, le acque degli oceani si trasformeranno in vapori e la schiuma si solleverà travolgendo l’umanità, ovunque si guarderà ci sarà angoscia, miseria e rovina; rimarrete completamente al buio.
I mari si alzeranno provocando morte e desolazione.”…

QUANDO SUCCEDERÀ TUTTO QUESTO?

Dio, tanto prodigo nell’avvisare per tempo gli uomini, per dare loro l’opportunità di evitare i castighi, raramente dà delle date. Tuttavia ci sono indicazioni sufficienti, che emergono dall’insieme complessivo di tutti i messaggi, per darci un’idea approssimativa.

S. BRIGIDA DI SVEZIA (1303-1373)

“Quarant’anni prima dell’anno 2000, il demonio sarà liberato per un periodo, per tentare gli uomini.
Quando tutto sembrerà perduto, Dio stesso, all’improvviso, metterà fine a tutto il male.
Il segnale di quesi eventi sarà: quando i sacerdoti avranno lasciato il santo abito e si vestiranno come la gente comune, le donne come gli uomini e gli uomini come le donne.”

SANT’ANSELMO (secolo XIII)

“Guai a te, città dai sette colli (Roma) quando la lettera K verrà acclamata tra le tue mura!
Allora la tua caduta sarà vicina, i tuoi governanti saranno distrutti. Hai irritato l’Altissimo con i tuoi crimini e le tue bestemmie, perirai nella sconfitta e nel sangue.”

(Nota: K = Karol, iniziale del nome del Papa Giovanni Paolo II)

S. VINCENZO FERRER (1350-1419)

“Fate sapere che verrà un tempo di rilassamento religioso e di catastrofi, quali mai si sono avute nè mai più si avranno. In quel tempo le donne si vestiranno come uomini e si comporteranno licenziosamente, a loro piacimento e gli uomini si vestiranno vilmente, come le donne.
Ma Dio purificherà tutto e rigenererà tutto e la tristezza si convertirà in gioia.”

S. GIOVANNI BOSCO (1850-1886)

“L’Italia sarà preda della desolazione. La Francia sarà castigata. Roma conoscerà lo sterminio, il Padre dovrà scappare. Ci sarà una lotta terribile tra la luce e le tenebre. L’oscurità cesserà e brillerà uno splendido sole. La terra é distrutta, moltissimi sono spariti. Il Papa torna. Il peccato avrà fine”.

SAN PIO X°, 257º Papa Della Chiesa Cattolica (1835-1914)

Un giorno, durante un’udienza, si fece molto pallido e come assente. Lui stesso spiegò poi al suo segretario: “ho avuto la visione di un Papa futuro, che fuggiva dal Vaticano, passando sui cadaveri dei suoi Cardinali.”

S. MASSIMILIANO KOLBE, (1894 -1941) padre francescano recentemente canonizzato

“Un giorno la bandiera dell’Immacolata Vergine Maria ondeggerà sul Cremlino (centro del potere comunista), ma prima, la bandiera rossa sventolerà sul Vaticano.”
Vale a dire: la Russia si convertirà, ma non prima che il comunismo (i suoi errori e l’ateismo) arrivi fin dentro il Vaticano, la sede del Papa.

APPARIZIONE DI FATIMA (13 Maggio – 13 Ottobre 1917)

La Madonna apparve nel 1917, da Maggio a Ottobre. Il mondo era coinvolto nella prima guerra mondiale. Nessuno parlava ancora del pericolo comunista, che sarebbe cominciato con la “Rivoluzione di Ottobre”. Il 13 luglio del 1917, la Santissima Vergine disse:

“Questa guerra (1914-18), sta per concludersi, ma se gli uomini non cessano di offendere il Signore ne comincerà un’altra, peggiore. Per impedirla, verrò a chiedere la Consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato, e la comunione riparatrice dei primi sabati. Se i Miei desideri verranno rispettati la Russia si convertirà e ci sarà la pace. Altrimenti, spargerà i suoi errori nel mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati e il Santo Padre dovrà soffrire molto, varie nazioni saranno distrutte.
Alla fine il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre Mi consacrerà la Russia, che si convertirà, e al mondo verrà concesso un periodo di pace.”

Chiese molta penitenza, molta riparazione e preghiera, “gli uomini cambino vita e non offendano Nostro Signore con il peccato, e si reciti il Rosario quotidianamente.”
La piccola Giacinta di Fatima, sul suo letto di morte, ripetè: “Se gli uomini si pentono, il Signore li perdonerà, ma se non cambiano vita, verrà sul mondo il CASTIGO PIU’ TERRIBILE che si sia mai visto.”

Anche Suor Lucia, dichiarò: “Se il mondo non si converte TUTTE le nazioni conosceranno il flagello del comunismo” e dichiarò, nel 1957-1958 a padre Augustin Fuentes:

“Credimi, Padre, il Signore castigherà il mondo molto presto. Il castigo è imminente. La Madonna mi ha detto che gli altri mezzi (il Santo Rosario e la devozione al Cuore Immacolato) sono disprezzati dagli uomini. Angosciata ci dà l’ultima ancora per sfuggire al castigo, che è LEI STESSA.
(Le apparizioni?). Ma se non la ascolteremo, e oltretutto la offenderemo, non saremo perdonati.
Padre, è urgente che facciamo sapere la terribile realtà, non vogliamo spaventare le anime, ma…”
(pubblicato a Roma, con Imprimatur nel 1961).

COME PUÒ UN DIO D’AMORE CASTIGARE TANTO DURAMENTE?

Proprio per AMORE! Quando Dio vede che si salveranno più anime castigando il mondo che non lasciando che sprofondi sempre più nei suoi vizi e nelle violenze: “Io castigo colui che amo” (Ap. 3,19).
Non sarebbe la prima volta che tre quarti dell’umanità perisce. Nella famosa peste della metà del secolo XIV, la popolazione in Europa da 100 milioni, si ridusse a 25.

PERCHÉ’ DIO CI DA’ QUESTI AVVERTIMENTI ANGOSCIANTI?

Avviene forse nella città una sventura, che non sia causata dal Signore?

1.) Per ESSERE FEDELE alle Sue promesse. Non dice il profeta: Avviene forse nella città una sventura, che non sia causata dal Signore? 7 In verità, il Signore non fa cosa alcuna senza aver rivelato il suo piano ai suoi servitori, i profeti.” (Amos 3,7) “13 Ma quando verrà lui, lo Spirito di verità, egli vi guiderà in ogni verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutte le cose che ha udito e vi annunzierà le cose a venire.” (Giovanni 16,13)

2.) Per ESORTARE alla conversione. Con la minaccia del castigo e come lo fece Giona a Ninive. I castighi vengono annunciati per dare il tempo di evitarli. Sono condizionati: “Se il mondo non si converte…” (Fatima)

3.) Per RAVVIVARE LA FEDE nella Provvidenza Divina, nel vedere che le predizioni si realizzano. Senza preavviso, i buoni crederebbero che Dio li abbia abbandonati.

4) Per PORTARE la speranza, quando verrà il castigo. Al pari di un castigo imminente, si parla di un’epoca posteriore di felicità. Sono i castighi per il parto di un mondo migliore. “FINALMENTE IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERÀ! “.

Se Dio avvisò Sodoma e Gomorra della loro imminente distruzione…, quanto più lo farà e lo fa per la Sua Sposa e per il suo Corpo Mistico, la Chiesa con i suoi santi, la SUA Santissima Madre, tramite le persone umili che Lui elegge.

LA BIBBIA NON DICE NIENTE DI QUESTI CASTIGHI?

Certo che lo dice! Ma a causa dell’abuso che si fa delle profezie bibliche da parte di alcuni fratelli separati, abbiamo preferito citare testi di Santi. Naturalmente abbondano testi biblici che parlano di una GRANDE PURIFICAZIONE del mondo, un Giudizio delle Nazioni.

a) “Ecco, l’eterno vuota la terra e la rende deserta, ne sconvolge la faccia e ne disperde gli abitanti..(…)
perché l’Eterno ha pronunciato questa parola. … 5 La terra è profanata sotto i suoi abitanti, perché essi hanno trasgredito le leggi, hanno violato i comandamenti,… 6 Perciò una maledizione ha divorato la terra e i suoi abitanti sono desolati; perciò gli abitanti della terra sono arsi e pochi sono gli uomini rimasti.
(Isaia 24,1-6)

b) “15 Poiché ecco, l’Eterno verrà col fuoco, e i suoi carri saranno come un uragano per riversare la sua ira con furore e la sua minaccia con fiamme di fuoco.
16 Poiché l’Eterno farà giustizia con il fuoco e con la sua spada contro ogni carne; e gli uccisi dall’Eterno saranno molti. Comanderò ai sopravvissuti e verranno tutti a prostrarsi davanti a me, dice il Signore
(Isaia 66,15-18)

c) “8 E in tutto il paese avverrà», dice l’Eterno, «che i due terzi vi saranno sterminati e periranno, ma un terzo vi sarà lasciato. (Zaccaria 13,8-9. Vedere anche Sofonia I 14-17; 3-9, ecc. ecc.)

DOBBIAMO CREDERE IN QUESTI PROFETI?

Padre Antonio Royo M., O.P., dottore di teologia di una facoltà pontificia, nel suo libro “Teologia della Perfezione Cristiana”, (B.A.C., Madrid), dice:

“Sono sempre esistite anime illustri, con lo spirito della profezia. Questo è un fatto riconosciuto dalla Sacra Scrittura e dall’autorità della Chiesa…. discutere questa possibilità… sarebbe disconoscere uno dei caratteri della santità della vera Chiesa e il potere sovrano di Dio.
La nostra fede si fonda sulla Rivelazione divina. Nessuno è OBBLIGATO a credere nelle rivelazioni private, tuttavia, sarebbe molto riprovevole contraddirle o metterle in ridicolo, dopo l’approvazione della Chiesa.”

Questa approvazione della Chiesa non cerca di garantirne la sua autenticità; dichiara semplicemente che quanto racchiude non è contrario alla Sacra Scrittura e alla dottrina cattolica, e può proporsi come probabile alla pia credenza dei fedeli.

Papa Benedetto XIV ci dice che bisogna dare Fede Umana alle rivelazioni private approvate dalla Chiesa, come lo sono quelle di Santi canonizzati, o gli scritti editi con imprimatur, con licenza ecclesiastica, e che sarebbe temerario disprezzarli.

San Pietro Canisio (1521-1597)

“C’è meno pericolo nel credere ed accettare quello che ci riferiscono alcune persone (cosa che non è condannata dai dotti) piuttosto che rifiutare tutto con spirito incauto e con disprezzo”.

PARTE 3

“Avviene forse nella città una sventura, che non sia causata dal Signore? 2 In verità, il Signore non fa cosa alcuna senza aver rivelato il suo piano ai suoi servitori, i profeti.” (Amos, 3,6-7)

RITORNA, OH UMANITÀ … RITORNA A ME!

PADRE STEFANO GOBBI (1930-2011)
fondatore del Movimento Sacerdotale Mariano

La Madonna ha trasmesso un messaggio urgente per tutti i sacerdoti del mondo, per mezzo di Padre Gobbi, quando i Direttori Nazionali di questo Movimento si trovavano riuniti a San Marino.
La Madonna chiese ai sacerdoti di cercare di raggiungere tutti i Suoi figli.
Venne pubblicato un “Bollettino Speciale” con quel messaggio, per farlo conoscere a tutti i popoli del mondo.

Il 3 luglio del 1987, la Madonna dice ai suoi sacerdoti:

“Figli prediletti… (…) Perché ancora una volta vi ho chiamato quassù? Perché in questo Anno Mariano, a Me consacrato, vi ho voluto attorno alla Mia Persona, come Mamma che raccoglie i suoi figli, per una raccomandazione, che le sta tanto a cuore, un’ultima raccomandazione, che vi segue nel vostro difficile cammino? I Miei Tempi sono arrivati… (…) in tutte le Nazioni dove tornerete, voi dovete proclamare e diffondere questo Mio materno, preoccupato e pressante messaggio: Tornate presto al vostro Dio della salvezza e della pace! Il tempo che vi è concesso, per la vostra conversione, è quasi finito: i giorni sono contati. Camminate tutti sulla strada del ritorno al Signore, se volete essere salvati.

Figli prediletti, ho bisogno di voci che diffondano la Mia Parola, di mani che aiutino; di piedi che camminino su tutte le vie del mondo.
Ho bisogno che il mio accorato messaggio giunga presto in tutte le parti della terra. Siate voi i Miei messaggeri: annunciate ovunque questa Mia preoccupata chiamata di ritorno al Signore.” (…)

MESSAGGIO DI GESÙ A PADRE PIO
Pietrelcina (BV), 1959

L’ora del castigo è prossima, ma Io manifesterò la Mia Misericordia.

La vostra epoca sarà testimone di un terribile castigo. I Miei Angeli si prenderanno cura spirituale di annientare tutti coloro che si burlano di Me e che non crederanno alle Mie profezie. Uragani di fuoco saranno scagliati dalle nuvole, e si estenderanno su tutta la terra. Temporali, tempeste, tuoni e piogge ininterrotte, terremoti copriranno la terra durante tre giorni. Seguirà allora una pioggia di fuoco ininterrotta, per dimostrare che Dio è Signore della creazione.

Coloro che sperano e credono nella Mia Parola non dovranno temere, nè dovranno temere nulla coloro che divulgheranno il Mio messaggio, perchè non li abbandonerò. Nessun male sarà fatto a coloro che sono nelle Mie Grazie, e che cercheranno la protezione della Madre Mia.

Per prepararvi a questa prova, vi darò dei segni e delle istruzioni.
La notte sarà freddissima, il vento spunterà,… il tuono si farà sentire.

Chiudete tutte le porte e tutte le finestre. Non parlate con nessuno di fuori. Inginocchiatevi davanti al vostro Crocifisso; pentitevi dei vostri peccati; pregate Mia Madre per ottenere la Sua protezione.
Non guardate fuori durante il terremoto, perchè l’ira del Padre Mio è santa, non sopportereste la vista della Sua ira…

Quelli che non presteranno attenzione a questo avvertimento, verranno abbandonati ed uccisi immediatamente dalla collera divina.

Il vento trasporterà gas avvelenati che si diffonderanno su tutta la terra. Coloro che soffriranno innocentemente, saranno martiri ed entreranno nel Mio Regno.

Nella terza notte cesseranno i terremoti ed il fuoco, ed il giorno dopo il sole risplenderà di nuovo.
Gli angeli scenderanno dal cielo e porteranno sulla terra lo spirito della pace. Un terzo dell’ umanità perirà…

Pregate fervorosamente il Rosario, se possibile con altri o altrimenti da soli.

Durante questi tre giorni e tre notti di tenebre, si accenderanno solo le candele che saranno state benedette il giorno della Candelora (2 di febbraio) e faranno luce senza consumarsi.

Messaggio del 1959 – preso dal suo testamento e fatto distribuire dai Sacerdoti Francescani a tutti i gruppi di Preghiera cattolici nel mondo, già dal Natale del 1990*.

Abbiamo anche un messaggio di Nostro Signore Gesù Cristo dato a José Luìs Manzano Garcìa il 27 Maggio del 1988, a Talavera de la Reina, Spagna, che in modo sorprendente, ha una straordinaria similitudine al messaggio precedente, quello del Santo padre Pio; il veggente José Luis, aveva allora 16 anni.

*Il messaggio di Padre Pio, venne reso pubblico nell’anno 1990.

MESSAGGIO DI GESÙ SUI TRE GIORNI DI TENEBRE

LUZ AMPARO CUEVAS (1931-2012)

18 Dicembre 1981

Nelle apparizioni di Prato Nuovo, El Escorial, si allude per la prima volta ai “tre giorni di tenebre”, nel messaggio del 18 dicembre 1981; i “tre giorni di tenebre” appariranno poi in messaggi posteriori; nella benedizione finale di alcuni di questi messaggi, si chiede di portare gli oggetti che saranno benedetti per il “giorno delle tenebre”; così, al singolare, anche se si tratta, come sembra dello stesso spazio di tempo “tre giorni e tre notti”, come specifica il Signore in questo messaggio.

Queste benedizioni saranno una protezione contro il male per quei momenti, ed anche infonderanno agli oggetti benedetti una luminosità speciale, secondo, per esempio, il messaggio del 25 novembre 1984:

“Conservate i vostri oggetti, figli Miei; vi serviranno per il giorno di tenebra; tutti brilleranno, figlia Mia, brilleranno in qualsiasi parte della casa si trovino.”

Poco dopo questa data, la Madonna insisteva: “Oggi, figli Miei, ho il privilegio di concedervi anche queste grazie: tutti gli oggetti che siano benedetti, serviranno per il giorno delle tenebre; tutti brilleranno in qualsiasi luogo siano (…). Possiedono grazie speciali, figli miei; non disfatevi di questi oggetti, hanno molto valore.” (8 Dicembre 1984).

Possiamo affermare, quindi, secondo quanto rivelato, che diffonderanno luce per l’anima, e allo stesso tempo illumineranno gli spazi dove si troveranno durante questi tre giorni.

Gesù Cristo, 18 Dicembre 1981:

Sì, figlia Mia, sono qui, come tutti i giorni, presente nei tuoi dolori, in questa sofferenza, ma sono qui anche oggi per consolarti, per aiutarti a sopportarli.

Il mondo è sempre peggio. Non so cos’altro fare perchè si salvino. Stanno commettendo crimini, peccati di impurità, sacrilegi … il mondo è invaso dal peccato. Rendetevi conto che non c’è niente altro che perversità, non c’é amore per il prossimo, ignorano gli avvisi che dò costantemente e chiudono le orecchie. La punizione è molto vicina.

Non so come il mondo e la mia Chiesa si purificheranno.

Sto dando molte opportunità, sradicherò tutte le erbacce e preparerò una rinascita miracolosa per il trionfo della Mia Misericordia.

Rendetevi conto che Dio Padre inverà castighi molto grandi. Uno sotto forma di guerre, rivoluzioni e pericoli rivoluzionari. L’altro inviato dal Cielo: verrà sulla terra un’oscurità che durerà tre giorni e tre notti. Non si vedrà niente e durante i tre giorni di tenebre, l’aria diventerà pestilenziale e nociva e recherà danno, anche se non solo ai nemici della religione ; sarà impossibile avere la luce artificiale e solo le candele benedette bruceranno durante questi giorni di tenebre. I fedeli devono rimanere nelle loro case, pregando il Santo Rosario e chiedendo misericordia a Dio.

Tutti i nemici della Chiesa, visibili e sconosciuti, periranno in tutta la terra, durante questa oscurità universale, ad eccezione di alcuni che si convertiranno.

San Pietro e San Paolo interverranno per eleggere un nuovo Papa.

Si vedrà la terra avvolta dalle fiamme, numerosi edifici della terra sprofonderanno e il cielo sembrerà agonizzare. Milioni di uomini moriranno di spada, alcuni in guerra, altri in lotte, altri milioni periranno di morte imprevista. Questo succederà quando sembrerà che la Chiesa non abbia più mezzi umani per far fronte alla persecuzione.

Renditi conto, figlia Mia, che l’ira si deve scaricare molto presto, perchè il Padre Eterno è molto arrabbiato.

Non se ne preoccupano e il calice sta traboccando, è pieno fino all’orlo.

I vescovi, i sacerdoti, i ministri di Cristo, trascurano la preghiera nella Chiesa. Non c’è fede nella Chiesa. Per questo verrò inviato dal Mio Padre Celeste, compirò un atto di giustizia e di misericordia nei confronti dei giusti.

Ordinerò ai Miei Angeli che tutti i Miei nemici vengano uccisi, i perseguitori della Chiesa di Cristo e tutti gli uomini che si sono dati al peccato periranno, la terra diventerà come un deserto.
Allora ci sarà la pace e la riconciliazione tra Dio e gli uomini.

Io sarò servito, adorato e glorificato, la carità brillerà ovunque; i nuovi re saranno il braccio destro della Chiesa, la quale sarà forte, umile, pia, povera, zelante, imitatrice di Gesù Cristo.
Il Vangelo verrà predicato ovunque e gli uomini vivranno nel timore di Dio.

La Mia Santa Chiesa sarà forte, umile, pia, povera, zelante, imitatrice delle virtù di Gesù Cristo, ma bisogna chiedere, bisogna pregare molto, perchè vengano date opportunità a un maggior numero di anime. Che chiedano perdono dei loro peccati, che facciano penitenza.

Tu figlia Mia, soffri la tua passione, imitaMi, questi dolori salvano molte anime, guarda quello che soffro, guarda che scena di dolore, raccontalo come lo stai vedendo.