L’UVA BENEDETTA

Rivelazioni date dal Cielo a Luz de Maria per la preparazione e l’uso dell’uva Benedetta.

Fratelli:

Di fronte ai costanti Appelli del cielo di prepararci per quello che verrà, come la carestia alimentare, condividiamo con voi nuovamente l’invito a preparare l’uva benedetta, quale mezzo per attenuare la carestia.

La Fede è imprescindibile così come la certezza che al momento opportuno, il Cielo ci fornisce quello di cui abbiamo bisogno. Non rimandiamo al domani ma prepariamo quello che ci viene chiesto per soccorrere i nostri simili, non pensiamo solo a noi stessi.

Amen.

NOSTRO SIGNORE E LA MADONNA CI PARLANO DELL’UVA BENEDETTA

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
27 Settembre 2015

Popolo Mio:

QUANDO LA CARESTIA SI GENERALIZZERÀ

Ricordati che Mia Madre ha pensato a voi e tempo addietro ha benedetto l’uva, perché quando sarà il momento vi plachi la fame e allo stesso tempo vi ha invitato a pregare già adesso per quei momenti e a prepararvi spiritualmente, perché affrontiate con Fede, con forza e con costanza i momenti di dura prova verso i quali tutti si stanno dirigendo, senza distinzioni.”

NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
27 Ottobre 2014

Io non vi abbandono. Non dimenticatevi di tenere in casa l’uva benedetta nel Mio Nome, per i momenti di carestia.

PREPARATE L’UVA BENEDETTA

Riguardo alla richiesta di Gesù in relazione all’uva benedetta, questo è il commento di Luz de Maria:

Gesù ha chiesto di cercare un sacerdote e chiedergli di benedire un grappolo d’uva o anche un solo acino. Per benedire altra uva: Con l’uva benedetta dal sacerdote, si procede a benedirne dell’altra, nel modo seguente:

Staccare gli acini dal grappolo con un paio forbici in modo da lasciare attaccato ad ogni acino un pezzetto del picciolo che lo unisce al grappolo.

Si deve quindi benedire ogni acino, uno alla volta, con l’acino precedentemente benedetto, tracciandovi il segno della croce e dicendo:

† Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, Amen.

Si può dare un acino di questa uva benedetta ad altre persone, di modo che anche altri possano preparare la loro uva. Consumando un acino di questa uva, se si ha fede e se la persona è debitamente preparata, ci si può nutrire e resistere senza mangiare per un giorno intero.

Quest’uva servirà per i tempi di carestia alimentare.

Ogni acino di questa uva fornirà tutto il nutrimento necessario a una persona per l’intera giornata.

Già 15 anni fa Nostro Signore ci aveva sollecitato a benedire l’uva e gli acini si trovano tuttora in buono stato.

Se in qualche paese non fosse possibile trovare l’uva, si può utilizzare un altro tipo di frutta che abbondi in quel luogo, che sia di piccole dimensioni come l’uva.

Quando Cristo mi ha nuovamente fatto questa richiesta dell’uva benedetta, mi sono ricordata dell’Uva di San Damiano, che condivido con voi qui di seguito.

Durante una delle apparizioni della Santissima Vergine Maria a Mamma Rosa Quattrini (1909-1981), veggente di San Damiano, in Italia che si protrassero dal 1964 al 1970, la Madonna benedisse un grappolo d’uva, dicendole che quegli acini avrebbero sostentato tutti coloro che avessero avuto fede nel loro valore alimentare e che sarebbero serviti per nutrirsi nei giorni dell’anticristo, durante il periodo del “marchio della bestia”, quando ci saranno guerra, fame, siccità, piaghe, catastrofi, calamità e le malattie.

In seguito anche la Santissima Vergine Maria ha indicato come trasferire la benedizione da un acino di Uva Benedetta a un altro grappolo di uva, perché la gente ne possa beneficiare.

Recentemente sono venute alla luce certe profezie in cui si dice che i soldati che combatteranno sotto la bandiera di Gesù e della Madonna contro le forze dell’anticristo, saranno guidati da San Michele Arcangelo.

Questi uomini saranno pieni di forza e non avranno bisogno di nutrimento. Questo meraviglierà coloro che si uniranno a questi soldati e faranno crescere le piccole forze Mariane fino a diventare un esercito gigantesco, che combatterà per abbattere le forze dell’anticristo.

La Santissima Vergine ha comunicato a molti santi e veggenti che queste truppe saranno alimentate dal Cielo.

Forse le Uve Benedette sono uno dei molti miracoli degli ultimi tempi, ai quali si riferiscono i santi dei tempi passati nelle loro visioni.

Preparazione dell’uva benedetta