LA MADONNA DELLE ROSE DI SAN DAMIANO


“Quando verranno quei giorni di tristezza, prendete in mano il Crocifisso, stringetelo al vostro cuore e là sarò al vostro fianco e vi proteggerò!”

Sono ormai trascorsi tanti anni da quell’ottobre 1964 nel quale, per la prima volta, Mamma Rosa vide, sul pero del suo frutteto, la Madonna delle Rose. Se colei che affermava di aver veduto la Madonna fosse stata vittima della propria immaginazione, dopo una fama fittizia, San Damiano sarebbe ricaduto ben presto nell’indifferenza di un piccola borgata senza storia.

Non solo la mancanza di mezzi di comunicazione con la città di Piacenza, distante circa venti chilometri, non favoriva l’afflusso di persone a quel villaggio, ma la persona stessa di Mamma Rosa, ignorante, priva di attrattive esteriori, incolta, senza pretese, non era fatta per servire da richiamo.

Una simulatrice, Mamma Rosa?

Con la sua ignoranza dell’italiano letterario, la sua mancanza d’istruzione, sarebbe stata incapace di continuare a lungo la simulazione ; si sarebbe assai presto avvertito che le sue parole erano inventate, magari attinte da qualche libro di pietà.

Una donna isterica, allora?

Basta vedere Mamma Rosa per essere certi di avere a che fare con una persona assolutamente normale, senza pretese, la conversazione della quale non ha nulla di affettato ; una persona che non ci tiene affatto ad apparire, a essere lusingata o semplicemente notata.

Si pensi, d’altra parte, a tanti messaggi da lei trasmessi in pubblico, per anni, senza correzioni, eccettuata qualche parola difficile che lei storpia, perché non la comprende.

Come questa donna ignorante avrebbe potuto, un giorno dopo l’altro, un anno dopo l’altro, compiere una missione alla quale non è stata preparata e della quale sono incapaci tanti oratori sacri, pure naturalmente dotati, lungamente istruiti e formati, abituati inoltre a parlare in pubblico?

Però sono ormai oltre quarant’anni anni e questo “fenomeno” continua. Malgrado tutte le calunnie e le insinuazioni malevole avanzate tanto dagli atei che dei nemici di Dio.

Miracoli?

Molte guarigioni, ma tuttavia non c’è ancora una documentazione completa, o colpevolmente omissiva da parte del clero che permetta un riconoscimento completo da parte della Chiesa.

Invece, si assiste a molte conversioni, molti riavvicinamenti alla fede. Talvolta si è potuto anche assistere a fenomeni solari davvero per nulla banali. Gli agnostici essendo naturalmente scettici di fronte a tutto ciò, pretendono che queste manifestazioni siano dovute alla naturale umidità del sottosuolo.

Strano, tuttavia, che siano occorsi duemila anni per accorgersene ! Poiché, prima del 16 ottobre 1964, mai nessuno li aveva notati. Nemmeno i romani, che furono gli antichi fondatori della città!

Non è raro incontrare in questo “PICCOLO GIARDINO DI PARADISO SULLA TERRA” persone che sono venute per la ventesima, la trentesima, la quarantesima volta. Alcuni vi hanno ritrovato la Fede, molti vi hanno attinto un rinnovato fervore.

Moltissimi, tra quelli con i quali mi sono intrattenuto, confessano di avervi appreso ad amare la preghiera. Dopo il viaggio a San Damiano, essi recitano il Rosario, sovente in famiglia, e questo da anni.

La preghiera, il Rosario ; ecco la calamita misteriosa che attira le anime a San Damiano. Ci si rende conto che, in quell’angolo dell’umida pianura padana, non c’è nulla di magicamente esoterico,

Solo la presenza amorosa della Madre di Dio!

Tutto ciò non è più che mai necessario ai nostri giorni, mentre tanti maestri d’errore si applicano impunemente a desacralizzare, a sopprimere il Rosario, a mortificare il culto dovuto alla Madre di Dio? Oh, sì!

E’ più che opportuno che San Damiano continui la sua missione. Finché avremo bisogno di Dio e della Madre Sua, averno bisogno di oasi di preghiera dove le anime possano recarsi per il recupero di forze, per ritemprare le loro energie spirituali.

San Damiano è appunto uno di questi luoghi privilegiati. Ve ne sono altri, già approvati dalla Chiesa, ma tutti hanno incominciato nella contraddizione e tutti sono stati combattuti.

Le gerarchie ecclesiali di ogni tempo, certamente non li hanno mai patrocinati!

Più di un messaggio ci minaccia di castighi. Quello dell’8 marzo 1968, per esempio, ci annuncia che Dio Padre vuol ripristinare giustizia perché non si è prestata attenzione agli avvisi della Mamma Celeste.

Non si vuole riconoscere, né amare Colei, che è la Corredentrice di tutte le creature viventi. In altri messaggi, Essa deplora che vi siano nel mondo troppi sacrilegi, troppi peccati, troppe offese!

Ricordiamo le parole di Maria, che descrivono la decadenza dell’umanità

Dio è offeso, Lo si calpesta, se il Cristo che è stato crocifisso, ritornasse oggi tra noi, sarebbe trattato peggio di allora.

Già ripetutamente infatti la Giustizia Divina si è manifestata, ricordiamo il diluvio, la distruzione delle cinque città della Pentapoli, la cattività di Babilonia, la distruzione di Gerusalemme, la cui rovina era stata predetta dal Signore.

L’Eterno Padre manderà i castighi, che Mamma Rosa chiama sovente il flagello, il grande castigo, o anche la grande confusione.

SE NON SI PREGA, Il Cielo e la Terra si scateneranno!

Vi saranno sventure, terremoti, inondazioni ; cataclismi che provocheranno grandi stragi. Si svilupperanno epidemie, pesti, carestie. Molte città scompariranno, saranno inghiottite o sommerse. Vi saranno guerre e il sangue scorrerà a fiotti.

I castighi saranno inflitti, in parte, direttamente dal Cielo e, in parte dalla malizia degli uomini.

“Le lotte diverranno ancora più terribili e il Nemico si scatenerà in tutte le parti del mondo, con l’aiuto di molte anime che si trovano nello stato di peccato.”

Questi castighi possono essere evitati?

In alcuni messaggi, specie quegli ricevuti da Mamma Rosa nel 1969, essi sembrerebbero poter essere mitigati dal fattore “SE”.

Dall’insieme delle Parole della Mamma Celeste si oserebbe sperare che tante preghiere, Rosari, penitenze, sacrifici, opere di misericordia, con l’amore di molti figli prodighi che si sono convertiti ritornando a Gesù per Maria, siano motivo per mitigare i castighi, secondo le Parole della SS.ma Vergine che ha profferito, il 15 settembre 1968:

Quando verranno quei giorni di tristezza, prendete in mano il crocifisso, stringetelo al vostro cuore e là sarò al vostro fianco e vi proteggerò…

IN DEFINITIVA:

Ancora una volta, sembra che la nostra Mamma del Cielo voglia accorrere in nostro aiuto ; ancora una volta, Lei ha scelto come “strumento” non una sapiente, ma una umile contadina dicendole:

“Tu sei la donna più ignorante del mondo”.

Nell’ormai lontano 5 settembre del 1981 dopo quasi vent’anni di apparizioni costanti della Santa Vergine anche Rosa Quattrini passerà, come anche prima di lei sono passati Bernardette di Lourdes, i fanciulli de la Salette e i tre pastorelli di Fatima.

Però ancora si continuerà ad andare a San Damiano, a invocare la Madonna delle Rose, a chiedere e a ricevere le Sue Grazie stringendo tra le mani la Corona del Santo il Rosario, l’arma più potente per commuovere il Cuore del Cristo Redentore, che tanto ama Sua Madre e alla quale nulla può negare.

Sempre, la Mamma Celeste chiede preghiere, specialmente la recita del Suo Santo Rosario, in questi luoghi ben determinati e scelti e Benedetti dal Cielo. Chiede anche di formare gruppi di preghiera allo scopo di ottenere la conversione del mondo al Suo Cuore Immacolato che alla fine di questa tremenda notte della fede, finalmente trionferà. 

Marco Matteucci © Grafo2000 | All Rights Reserved
NOTA IMPORTANTE DELLA REDAZIONE
TUTTI I MESSAGGI RIPORTATI NEL BLOG SONO DA CONSIDERARSI COME SEMPLICI NOTE INFORMATIVE, ESSENDO OBIETTIVAMENTE IMPOSSIBILE UNA VERIFICA CONCRETA SULLA LORO REALE ATTENDIBILITÀ.

Vuoi commentare il post?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...