LA REGINA DELL’AMORE: LE APPARIZIONI DI SCHIO

Sono ormai passati più di 30 anni dalle apparizioni di colei che si definì La Regina dell’Amore a Renato Baron – il sacrestano tutto fare che si occupava della piccola chiesetta di San Martino – al quale la Madonna affidò un grande compito.

LE APPARIZIONI

Il 25 marzo 1985, Renato Baron si era recato nella chiesetta di San Martino di Schio (Vicenza) per alcune incombenze, poi si era fermato a pregare inginocchiato in un banco davanti alla statua della Madonna del Rosario, quando all’improvviso … mi sono sentito il corpo morire – racconta Renato Baron – e svanire l’anima. Non vedevo più niente intorno a me, non sentivo più niente. La statua della Madonna si mise a parlare, a muoversi, per me era viva. Le vesti parevano muoversi ed Ella sorrideva con occhi bellissimi. Mi diceva:

“Ti aspettavo anche ieri. Da oggi in poi verrai sempre qui, perché devo parlare con te di tante cose e poi scriverai, ma intanto aspetta. Vieni domani e ti dirò il resto“.

Renato, terminata l’apparizione, rimase così sconvolto che scappò via, dimenticando anche di chiudere la porta a chiave. Il giorno dopo ritornò alla chiesetta per chiudere la porta, ma prima si sentì spinto a pregare un poco. Renato racconta:
“Mi inginocchiai davanti alla statua e cominciai a pregare. Feci delle letture e allungavo la preghiera per portare avanti il colloquio con Dio, augurandomi che non avvenisse quello che era successo il giorno prima… per non vedere le medesime cose… insomma avevo paura… invece Maria venne un’altra volta.”

Mi sentii nuovamente morire, uscire da me lo spirito, mentre la voce ripeteva:

“Sono Io, sono Maria, sono la Madonna, sono Io che ti parlo veramente, prendi sul serio quanto ti dico e d’ora in poi scriverai tutte le mie parole. Ti preparerò. Un giorno parlerai, ma intanto devi aspettare, devi preparare il tuo spirito, perché faremo un cammino di Fede. Ti preparerò degli amici, degli apostoli che amano Maria. Te li manderò Io e farai molta strada con loro, perché noi insieme dovremo convertire tante anime e portale a Gesù”.

Quel giorno, quando tornai in me stesso, non fuggii più, ma avevo una grande gioia dentro di me”.

Renato andò alla porta del campanile con l’intenzione di suonare la campana, per fare conoscere a tutti quello che gli era successo. Per fortuna la porta del campanile era chiusa e dovette limitarsi a gridare al vento la propria felicità. Poi ritorna verso la porta della chiesetta; non ha il coraggio di entrare, ma dopo si inginocchia sulla soglia: piange di gioia e prega per una buona ora. Oramai non aveva più dubbi: la Madonna veramente gli appariva. Dopo qualche giorno, decise di parlarne alla moglie.

“Rita, ho un peso dentro di me… devo parlare, dirlo a qualcuno, ma non ne ho il coraggio…”

La moglie gli rispose:
“Da alcuni giorni ti vedo sconvolto. Se hai difficoltà di parlare ad altri, dillo a tua moglie, sono più di vent’anni che viviamo assieme”.

Sollecitato da queste parole, Renato racconta tutto nei minimi particolari, cercando il più possibile di essere obiettivo. Ogni tanto esce in qualche esclamazione di gioia, ma subito cerca di ridimensionarsi. Rita rimane pensosa, non sa se si possono ammettere fatti tanto straordinari, ma d’altra parte conoscendo bene il marito, il suo equilibrio e la sua fede, ammette anche che un’apparizione potrebbe essere possibile.

E se invece fosse il demonio che lo inganna? Turbata da simile eventualità, dopo un momento di silenzio, dice:
“Forse ti potresti sbagliare… insomma non è possibile! In quella chiesetta hai fatto tanti lavori, hai anche trovato degli scheletri che hai ricomposto nella cripta, può darsi che qualche spirito si faccia vivo, che ci sia qualche cosa che non va… Se fossi in te, andrei con l’acqua santa e darei una benedizione a quel luogo”.

Egli accettò il consiglio della moglie. Andò alla chiesa dei frati con una bottiglietta, la riempì di acqua benedetta, poi si recò davanti alla statua della Madonna in San Martino. Renato racconta così ciò che gli accadde:
“Misi l’acqua nell’apposito secchiello, poi mi portai davanti alla statua, reggendo il secchiello. Mi inginocchiai, intinsi la mano nell’acqua, ma come alzai il braccio per benedire, la mano che reggeva il secchiello si aprì, il secchiello cadde e l’apparizione disse:

“Sono Io che ti devo benedire. Sono Io che ti benedico. Non temere… sii prudente. Verrà il momento in cui saranno molti coloro che saliranno qui a pregare. Altri non ti crederanno. Sopporta, abbi fede e prega per loro”.

Il giorno nel quale avvenne questo fatto era il 2 aprile 1985. Renato si convinse nell’intimo che era la Madonna a parlargli. A partire dal giorno dopo, il 3 aprile 1985, la Madonna affida a Renato dei messaggi e lo invita a scriverli per riferirli al mondo.regina dell’amore schio

All’inizio, e per parecchi mesi, la Madonna appariva nella Chiesa di San Martino: la Statua della Madonna del Rosario si animava. Poi Renato ebbe apparizioni anche altrove: in casa sua, in una stanza destinata alla preghiera e alle riunioni con i sui stretti collaboratori, nella Cripta del Cenacolo, sul Monte di Cristo. Quando la Madonna appariva fuori dalla Chiesa di San Marino si presentava con le braccia rivolte verso il cielo e con i piedi nudi. Le apparizioni non avevano orari costanti.

Durante le prime riunioni dei collaboratori di Renato si discusse sul titolo da attribuire alla Madonna in queste apparizioni: venne proposto di nominarla “Madonna del Rosario”. La statua,infatti, raffigura la Madonna del Rosario. Ma il 28 novembre 1985, la Madonna stessa disse come voleva essere chiamata:

“Io sono la Regina dell’Amore. Se vi amerete sarete vicini al Padre. Amore e carità. Preghiera senza fine. Camminate per le vie del mondo annunziando il Regno del Padre senza stancarvi. Chi salverà un fratello salverà se stesso. Amate e sarete amati. Io non vi abbandonerò. Vi benedico”.

Uno dei messaggi mariani, del 25 marzo 1986, più che un desiderio, costituisce un ordine di Maria:

“Ora vorrei il vostro impegno anche per gli anziani. Unite le forze, insieme costruirete una grande casa, accoglierete in essa gli abbandonati, i soli, accoglierete i sacerdoti. Incominciate, Io vi manderò operatori e mezzi per sostenerla. La chiamerete Opera dell’Amore. Donate tutto il vostro amore. Anche voi ne godrete i frutti”.

A 8 anni di distanza quei profetici messaggi di Maria cominciano a vedere le prime realizzazioni. Infatti l’8 dicembre 1993, festa dell’Immacolata Concezione, segna la data dell’inaugurazione della prima struttura chiamata “Piccola Opera”, che servirà alla formazione dei giovani animatori dell’Opera stessa.

Quando oramai attorno a Renato Baron si era radunato un buon numero di uomini disposti a seguirlo per realizzare l’Opera dell’Amore, opera voluta da Maria, sfruttando una circostanza favorevole, si decise l’acquisto di una vecchia villa con parco poco distante dalla chiesa di San Martino. La villa venne restaurata e riordinato il parco incolto.

Ora la villa è sede dell’Opera, e Casa di Preghiera. Durante la settimana santa del 1986, Renato e i suoi amici collocarono 13 croci, per significare le stazioni della Via Crucis; la 14a era indicata da una croce regina dell’amore. Sulla sommità venne elevato un altare in pietra con la statua in bronzo di Gesù e quella della Madonna.

Regina dell’Amore – Chiesa di S. Martino, Schio (Vicenza) 

Il giorno 11 novembre 1986 (festa di San Martino) inizia a profumare il Crocifisso della stanza di preghiera nella casa di Renato. Il profumo invase tutta la casa. Poco tempo dopo, inizia a profumare anche la croce della seconda stazione della Via Crucis, croce fatta con due tronchi di acacia. Attualmente questa croce è custodita in una teca trasparente presso il Cenacolo.

Una notte di marzo 1987 ignoti imbrattarono questa croce con vischio e colla. Due persone la pulirono con stracci imbevuti di acqua ragia. Dopo la pulitura le mani e gli strofinacci odoravano dello steso profumo della croce. In agosto del 1987, alla fine della via Crucis sul Monte di Cristo, in una brevissima apparizione, la Madonna avvertì Renato che stavano profanando la croce.

Gli uomini si precipitarono giù dal monte verso la casa del Cenacolo lontana 3 Km circa: la porta della Cappella era stata forzata e la croce trafugata. Dopo qualche ricerca e seguendo il profumo che emanava la croce, la trovarono appoggiata alla rete di recinzione del parco e scorsero due auto nella strada che si allontanavano a tutta velocità: evidentemente i malintenzionati avevano dovuto desistere per non essere sorpresi in flagrante.

Presso il Cenacolo c’e’ anche una piccola statuetta, proveniente da Betlemme, raffigurante Gesù Bambino. Il giorno 28 dicembre 1987, gli occhi di questa immagine sacra emisero lacrime per circa cinque ore. Dopo quattro giorni la Madonna disse:

“Piange con me Gesù, per la grande indifferenza degli uomini. Ogni animo Lui vede, ogni cuore vede, ma i cuori, gli animi sono lontani da Lui: rimanigli vicino! La mia voce non basta al richiamo: le sue lacrime bagnino questa umanità arida. Oh, piangerà, si piangerà questa generazione superba dal cuore indurito. Ascoltatemi, figli miei”.

Altre quattro volte Gesù Bambino ha pianto: il 31 dicembre 1990, il 4 maggio 1993, il 30 settembre 1997 e il 19 giugno 2000.

L’allora Vescovo di Vicenza, mons. Pietro Nonis, costituì una commissione paritetica composta da alcuni esperti da Lui nominati e alcuni componenti del Movimento Mariano Regina dell’Amore, attraverso la quale venne verificata l’ortodossia di tutti i messaggi che Renato Baron ha ricevuto dalla Madonna.

LA POSIZIONE DELLA CHIESA

Il Vescovo di Vicenza, Mons. Arnoldo Onisto, costituì una commissione teologica per studiare le apparizioni a Renato Baron, e lui stesso ebbe diversi colloqui con il veggente.

Il successore, Mons. Pietro Nonis, a conclusione dell’accertamento mandò l’incartamento alla Congregazione per la Dottrina della fede, col suo personale parere negativo, parere che espresse a mezzo stampa.

Mons. Nonis, in un documento del 15 giugno 1998, ha dichiarato che “lo stato attuale del discernimento ecclesiale non consente di attribuire un carattere soprannaturale ai fenomeni che si sarebbero verificati a S. Martino di Schio, e che restano quindi proibiti pellegrinaggi e celebrazioni legate ad essi”.

Nello stesso documento, Mons. Nonis, ha comunque precisato che poiché intende “assicurare ai membri del Movimento Regina dell’Amore la possibilità di vivere una spiritualità mariana autentica e fondata sulla comunione ecclesiale” ha deciso di nominare un sacerdote diocesano come assistente spirituale del movimento.

Il 25 marzo 1999, dopo la Santa Messa celebrata presso il Cenacolo di Preghiera, il Santissimo Sacramento dell’Eucaristia è stato riposto stabilmente nel nuovo Tabernacolo come ulteriore segno di comunione tra il “Movimento Mariano Regina dell’Amore” e la Diocesi di Vicenza.

I MESSAGGI DELLA MADONNA (1985/86)

26 Marzo 1985
Sono io, sono Maria, sono la Madonna, sono io che ti parlo veramente, prendi sul serio quanto ti dico e d’ora in poi scriverai tutte le mie parole. Ti preparerò. Un giorno parlerai, ma intanto devi aspettare, devi preparare il tuo spirito, perché faremo un cammino di Fede… Ti preparerò degli amici, degli apostoli che amano Maria. Te li manderò io e farai molta strada con loro, perché noi insieme dovremo convertire tante anime e portarle a Gesù.

Mercoledì 3 Aprile 1985 (Chiesetta di S. Martino)
Prega e dona i tuoi sacrifici, poiché solo attraverso la preghiera gli uomini si salveranno. Anche quelli che vengono in chiesa non sono abbastanza credenti. Ecco perché io intervengo: per fare la volontà del Padre. Rivolgetevi sempre al Padre, perché è Lui che tutto può. Il mondo sta andando alla perdizione.

7 Aprile 1985
Ama con tutto il cuore il Padre. Fallo amare perché Lui vi ama. Ascoltate la sua parola e il suo insegnamento.

8 Aprile 1985
Prega per la Chiesa. Non disperdetevi ma unitevi e fate un solo pane. Il Padre vi ama ed io vi proteggo.

10 Aprile 1985
Nulla andrà perduto di quello che offrirete al Padre. Cercate la giustizia e amatevi. Pregate insieme e cercate le cose belle. Ricordati dei sacerdoti.

11 Aprile 1985
L’egoismo, la superbia, l’incomprensione portano le anime alla perdizione. Il Padre tutti vi aspetta ma troppo pochi arrivano.

12 Aprile 1985
Cercate il Padre e trovandoLo sarete nella vera gioia. Vivete santamente e gusterete da subito il Regno del Padre. Abbandonate le stoltezze, prodotto del male; immergetevi di grazia; abbiate coraggio, non fatevi succubi dei demoni.

16 Aprile 1985
Io sono mandata dal Padre per completare su voi l’opera del Figlio e mi servo di molti suoi apostoli per radunare le anime.

18 Aprile 1985
lo sono la Madre abbandonata.

24 Aprile 1985
L’immenso amore del Padre vi salverà. RingraziaLo con tutto te stesso. Lui è amore infinito. Amatevi anche voi in tal misura.

1° Maggio 1985
Non ti preoccupare delle difficoltà. Passeranno e te ne scorderai. Perché sono le sofferenze offerte al Padre che santificano e portano alla gioia eterna. Qui non ci sarà mai notte, né sofferenza, né fame, ma una gioia eterna. Venite tutti! Il Padre vi ha invitato tutti. Ti benedico.

2 Maggio 1985
Non dividete la Chiesa, ma unitevi e fate una sola famiglia.

22 Maggio 1985
Prega per i sacerdoti. Molti di loro sono nell’errore poiché non chi dirà: – Signore! Signore! – si salverà, ma chi fa la volontà del Padre.

8 Giugno 1985
Gustate i beni di questo mondo non in esuberanza ma nella giusta misura; così gusterete la gioia di vivere.

9 Giugno 1985
Il Padre vi ha dato un mondo meraviglioso ma gli uomini non Lo ringraziano. Si prodigano per distruggerlo.

12 Giugno 1985
Il benessere vi porterà alla perdizione. Sono doni del Padre usati erroneamente. Un giorno molto vicino dirai questo ai tuoi amici.

13 Giugno 1985
La Parola di Dio, il Vangelo salveranno il mondo.

14 Giugno 1985
Il mondo è nell’errore. Il Padre ha dato all’uomo l’intelligenza, ma l’uomo non vuole usarla a fin di bene. Ecco perché io intervengo.

16 Giugno 1985
Beati saranno gli umili, quelli che pregheranno. Non lasciatevi trascinare dal male, altrimenti non vi salverete.

18 Giugno 1985
Un giorno incominceranno in molti a pregare in questa chiesa ed io li benedirò conducendoli al Padre. Sono venuta qui per rafforzare la loro fede e incoraggiarli perché nel mondo siano apostoli della fede.

20 Giugno 1985
Troppi sono quelli che dimostrano di essere cristiani, invece non lo sono. Prega, prega, non stancarti mai. Il Padre ti ama.

13 Luglio 1985
I sacerdoti saranno coloro che non crederanno a queste tue visioni. Ma non temere; io sono intervenuta per volontà del Padre.

19 Luglio 1985
Il Padre dà solo vita. Gli uomini distruggono e annientano la vita. Sono peccati imperdonabili. Prega, prega per la redenzione.

30 Agosto 1985
Solo amore infinito è il Padre ma il mondo preferisce il male. L’infinito è grande ma più grande è l’amore di Dio per l’umanità.

7 Settembre 1985
In cento parti sto intervenendo in tutto il mondo in questo momento, ma gli uomini non credono e sono lontani da Dio.

9 Settembre 1985
Vedi, gli uomini devono scoprire il mondo e non distruggerlo. Prega, e fa pregare.

10 Settembre 1985
Tutti quelli che accompagnerai in questa chiesa io li benedirò e donerò loro la pace.

20 Settembre 1985
Voi non sapete cosa vi attende, ma io vi posso assicurare che tutte le anime in grazia gusteranno per sempre l’immensa meraviglia e gioia che il Padre ha preparato per tutti.

22 Settembre 1985
Se gli uomini sapessero quanto il Padre li ama! Non bestemmierebbero più. Prega, ti prego, prega, e ti assicuro che un giorno non lontano tu insegnerai queste cose a tutti i tuoi fratelli.

25 Settembre 1985
Fra non molto avrai dei buoni amici che ti aiuteranno a portare il Regno del Padre a tutti gli uomini di buona fede. Prega. Ti benedico.

26 Settembre 1985
La Madonna salverà ancora una volta il mondo se il mondo si redimerà e tornerà al Padre.

27 Settembre 1985
lo sono la Madre abbandonata. Ma io vi voglio bene. Vi aiuterò ad alzarvi ed uscire dalla notte. Abbiate fede. Io e il Padre non vi abbandoneremo.

14 Ottobre 1985
Sarai anche deriso e compatito. Ma ci sarò io, non temere!

15 Ottobre 1985
Il tuo animo gioisce ed esulta perché sei nella vera gioia. Trasmetti questa immensa gioia anche a chi non ce l’ha. Troppi sono coloro che non l’hanno mai gustata. Il grande dono che il Padre ha dato per tutti gli uomini; ma molti nascono e muoiono nelle tenebre. Prega molto.

17 Ottobre 1985
Il Padre non vuole violenza; credimi, chiunque sopprimerà la vita non verrà salvato.

18 Ottobre 1985
Prega per il Papa oggi stesso. Cercate di unire la Chiesa, non dividetela!

24 Ottobre 1985
Prega per i tuoi sacerdoti. Non stancarti. Aiutali ad elevarsi al Padre.

30 Ottobre 1985
Va dagli ammalati. Dì che porti la benedizione della Vergine.

2 Novembre 1985
Coloro che dicono di credere devono seminare a piene mani a tutto il popolo di Dio. Sappiate che non vi salverete se non elargirete ciò che avete ricevuto in dono; non siate egoisti ma estendete a tutti l’amore del Padre senza paura alcuna. Io sono con voi. Vi benedico.

7 Novembre 1985
Fra non molto saranno in tanti a seguirti e molti di questi saranno i tuoi apostoli. Ti benedico.

9 Novembre 1985
Il tuo desiderio è giusto: L’Eucaristia, l’adorazione, il tabernacolo che non c’è: si realizzeranno presto.

12 Novembre 1985
Farai preghiere e digiuni per portare gli uomini ad amarsi. Cercate l’amore vero. Solo se vi amerete potrete chiamarvi figli di Dio.

26 Novembre 1985 (Due giorni prima, domenica, vennero pubblicamente comunicate per la prima volta le esperienze del veggente ad alcune persone recatesi in chiesetta di S. Martino.)
Ora il messaggio è stato dato. Beati coloro che lo accoglieranno. Cercate di fare una sola Chiesa, non dividetela. Adorate il Padre in adorazioni collettive. Cercate la sua grazia. Vi benedico.

27 Novembre 1985
Con me c’è il Padre che viene a mendicare la vostra fede, Lui che tutto ha dato per la vostra salvezza. Credete, credete anche per coloro che non credono. Questa indifferenza del mondo fa male al Padre. Non lasciatevi ingannare dal maligno. Amatevi, amatevi e pregate senza fine. Vi benedico.

28 Novembre 1985
Io sono la Regina dell’Amore. Se vi amerete sarete vicini al Padre. Amore e Carità. Preghiera senza fine. Camminate per le vie del mondo annunziando il Regno del Padre senza stancarvi. Chi salverà un fratello salverà se stesso. Amate e sarete amati. Io non vi abbandonerò. Vi benedico.

30 Novembre 1985
Oggi dedicherai la tua preghiera per i giovani, per tutti i giovani della Diocesi e del mondo. Prega, perché il seme delle vocazioni è stato seminato ma non feconda. Prega, il Padre manderà nuovi sacerdoti per la sua Chiesa. Prega per i sacerdoti.

1° Dicembre 1985
Non sei solo a soffrire. Offri tutto per chi non crede, poiché chi non crede pecca. I peccati sono la causa di tutti i mali; la colpa è dell’uomo. Ti aiuterò. Domani ti mostrerò Gesù. Vieni. E dì a coloro che soffrono di offrire per la conversione poiché non vi rimane molto tempo. Vi benedico.

Domenica 2 Dicembre 1985 (Oggi, viene benedetto il tabernacolo che non esisteva e riposto il
Santissimo Sacramento nella chiesetta di S. Martino.)

Eccoti Gesù che aspettavi da tanto tempo. Ora è vivo anche nel tabernacolo. RingraziaLo e amaLo. Fallo amare da tutti gli uomini. Un giorno molto vicino dovrai dire ai responsabili della Chiesa che Gesù vuole la Madre sua Regina del mondo e Regina dell’Amore e non permetterà mai l’errore di allontanarla dagli altari. Si unisca la Chiesa, però senza cedere a ricatti o compromessi. Il mondo vuole Maria e Maria salverà il mondo se ascolterete e vi convertirete. Grazie per tutto quello che fate. Esultate con Gesù.

Da questo momento anche il Bambino in braccio alla Madre (come lo rappresenta la scultura a fianco dell’altare) diventa vivo, mentre negli otto mesi precedenti solo l’immagine di Maria appariva vivente.

3 Dicembre 1985 (La notizia delle apparizioni a S. Martino viene pubblicata per la prima volta dalla stampa locale.)
Le tue sofferenze di oggi si uniscono alle gioie. È arrivato il tuo momento. Molti sono già con te e quindi con Maria. Tu stai già vivendo delle sofferenze dei fratelli tuoi; sappi che il mondo ne è pieno e allora Maria non può tacere. La causa è solo del peccato. Dì a tutti di non peccare più. Si propaghi la mia voce, il tempo che vi rimane è poco, ascoltatemi! Benedite il Signore sempre. Pregate Gesù Eucaristia e domani per Lui si facciano digiuni.

5 Dicembre 1985
Con voi il Signore oggi e sempre. Oggi cercheranno di trarti in inganno. Sii pronto e forte! La risposta sia una sola: amore, a tutti, amore. Mostra il tuo cuore pieno di gioia e insegna la strada per riceverla. Maria vi porta alla fonte vera della gioia e della pace. Non vi può essere gioia nelle tenebre del male. Molti sono coloro che cercano la luce: aiutali e con te ci sarò io per accompagnarli. Adoriamo insieme il Padre. Vi benedico. -Domani siate vigili, non lasciate trionfare il male. Fate ogni cosa nel modo giusto. Vedi quante sofferenze ci sono nel mondo? Ora te ne rendi conto. Domani indirizzerete tutti alla confessione, così le preghiere saranno accolte dal Padre. Vi benedico. Io sarò con voi.

6 Dicembre 1985
Vi benedico, figli miei. Voi sarete la luce nel mondo che Gesù, mio Figlio, irradia. Anche per voi è giunto il momento, vedo che siete pronti. Vi raccomando vogliatevi bene e trasmettete l’amore vostro e di Maria a tutti. Vi aspetto domenica sera tutti assieme per dirvi quanto vi amo. Ora vi benedico.

Domenica 8 Dicembre 1985 (Festività dell’lmmacolata Concezione)
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito. Ringraziate sempre perché vi ha dato Maria, Regina dell’Amore e di salvezza. In questo giorno di luce si innalzino lode e canti a Lui Re dell’universo. Amen. Figli miei dilettissimi, Maria è in mezzo a voi. Gesù oggi per mezzo di Maria e per mezzo vostro si è incontrato con tante anime. Il vostro impegno sia costante, sincero. Dite a tutti che Maria grida da questo luogo alla conversione. Siate uniti e impegnati. Lasciate i vostri impegni quotidiani. Non perdete tempo. Chiamate tutti al Padre. Si preghi perché Lui arresti quello che sta per venire. E a voi dico: io vi salverò perché siete gli operatori di salvezza e Maria vi ama. Coraggio, non temete. Vi benedico.

10 Dicembre 1985
Vedo la tua sofferenza per i tanti mali dei tuoi fratelli. Ascolto tutte le tue richieste. Dì a tutti loro che Maria invita alla preghiera. Molti dei casi si risolveranno con questa. A tutti però assicura che Maria li benedice e farà trovare loro la vera pace in Cristo e la gioia che Lui donerà. Oggi ti manderò un sacerdote incredulo. Accoglilo e trasmetti a lui il messaggio di Maria. Lui crederà! Coraggio. Io sono con te. Ti benedico.

11 Dicembre 1985
Sia santificato il Suo Nome. Sei pieno di gioia e di forza. Non arrestarti mai; gli uomini hanno rispetto di te ma sono ancora molti che non credono a Maria. La verità dovrà trionfare. Maria è venuta perché vi ama e per dirvi la sofferenza di Gesù a causa del peccato e della indifferenza degli uomini. La vostra preghiera e la vostra donazione salvino il mondo. Avrete delle difficoltà per questo luogo. Coraggio. Siate umili ma non lasciatevi intimorire. Siete nella luce divina. Io vi benedico.

12 Dicembre 1985
Cari figli miei. Oggi Maria vi chiede la vostra donazione e certamente voi ascolterete Maria. Siete pronti e rafforzati nello spirito. Dividete i vostri compiti di apostolato. Spargete a tutti la voce di Maria. Andate in tutti i luoghi e insegnate a pregare come pregate voi. Portate l’amore ovunque. Si pentano gli uomini e ritrovino la vera pace. Dite a tutti di non perdere tempo. Non abbiate timori, io sono con voi. Gesù attende ancora e voi porterete tutti a Lui. Vi benedico.

14 Dicembre 1985
Renato, ti invito, tu che hai trovato la vera luce, illumina tutte le menti e invita tutti alla preghiera. Troppi sono i cuori di pietra! Raggiungili, inteneriscili con tanto amore. Porta con te Gesù, sofferente per il troppo male del mondo.Dì a tutti che ascoltino il richiamo di Maria poiché vengo per salvarvi, perché quello che avverrà vi trovi preparati. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.

19 Dicembre 1985 (Al Gruppo di Preghiera presente in Chiesetta)
A voi il dono della certezza di credere a quanto vi dico: Benedetti voi perché siete nella grazia. Avvicinate tutti: siate portatori di amore. Amate ed insegnate ad amare senza riserve. Questo tempo non passerà se l’uomo non troverà l’amore vero, e trovatolo, non si inginocchierà dinanzi al Padre peradorarLo. Maria vi porta amore e vi indica la strada della salvezza attraverso la preghiera e l’amore. I tempi sono brevi. Fate tutto ciò e io vi prometto la salvezza. Vi benedico.

22 Dicembre 1985
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito. Preparatevi ad accogliere il Salvatore, mio Figlio. Lui verrà ancora una volta per salvarvi. Ma voi, miei prediletti, adoperatevi per arrestare lo scempio che il Natale produce nel mondo. Può essere uno degli ultimi Natali che il Padre vi dona di vivere. Ascoltatemi e preparate tutte le genti. Vi benedico.

Mercoledì 25 Dicembre 1985 (Natale del Signore)
Benedetto il giorno del Signore. Benedetti siete voi che accogliete il Figlio di Maria che il Padre vi dona per salvare gli uomini. Gesù sarà tra le mura degne di Lui. Si spengano le oscenità che nulla producono ma tutto inquinano. Si riconosca il Salvatore. Accogliete questo giorno come benedizione sopra di voi e sopra tutti quelli che lo attendono con fede. Vi benedico.

26 Dicembre 1985
Figli miei, una luce dal Cielo ha illuminato il mondo. Accoglietela con gioia, vi accompagnerà per le vie del vostro cammino. Si fondino gli animi e cantino un’unica lode al Padre. Gesù è in mezzo a voi, io ve L’ho portato, voi donateLo a tutti gli uomini da Lui lontani. Non dimenticate il vostro impegno promesso a Maria. Voi siete i miei prediletti. La sofferenza che incomincerà da domani sarà gioia se la porterete insieme umilmente. Vi benedico.

28 Dicembre 1985 (Vigilia della festa della Sacra Famiglia)
Cari figli, vi raccomando la preghiera. Fate il digiuno ogni settimana. Vorrei che tutte le famiglie di queste località fossero raggiunte da un vostro messaggio personale, messaggio d’amore. Preparate nuovi gruppi di preghiera. Tutta la città sia con voi. Ascoltatemi. Vi benedico.

29 Dicembre 1985
Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito. Le tue preghiere e tutte le preghiere dei tuoi fratelli salvino il mondo. Il Padre vi sta ascoltando! Tra non molto ti darò un compito che assieme ai tuoi apostoli porterai a compimento. Sarà un’opera meravigliosa e avrà la mia protezione. Preparate la vostra disponibilità e gioitene. Tutti coloro che con te lavoreranno ne godranno i frutti. Vi benedico.

1° Gennaio 1986 – mercoledì
Benedetto il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Benedetti voi perché credete, pregate e mi ascoltate. Ascoltare Maria vuol dire arrivare a Dio. lo vengo per salvarvi. Coloro che vi ostacolano non sono da Dio ma amici di Satana. Guardatevi bene da loro; non solo vi derideranno ma cercheranno di danneggiarvi. Attenti alla chiesa e alla mia immagine: pensano ad un sacrilegio. Siate vigili e pregate per loro. Vi benedico.

2 Gennaio 1986
Benedite Dio, o figli miei. Non lasciate passare questo tempo di santificazione. Fatevi tempio di Dio. Donatevi a Lui. Donazione e preghiera salveranno il mondo. Pregate anche così: O Maria, Regina del mondo, Madre di bontà, fiduciosi nella tua intercessione noi affidiamo a te le nostre anime. Accompagnaci ogni giorno alla fonte della gioia. Donaci il Salvatore. Noi ci consacriamo a te, Regina dell’Amore. Amen.

4 Gennaio 1986
Benedetto il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Stai lavorando per il Padre. Anche Lui ti ringrazia e ti aiuta. Non stancarti mai. Insegnate a pregare a tutti. Fate opera di conversione anche nei sacerdoti; sappiate accogliere i segni. Dividete i vostri compiti. lo sono con voi. Amatevi e siate apostoli.

9 Gennaio 1986
Benediciamo il Signore, figli miei. Vi è stato chiesto di pregare, di digiunare; vi chiedo anche di essere giusti. Nell’amore troverete la giustizia. Santificate il giorno del Signore. Siate sempre pieni di Grazia. Ringraziate il Padre per questo tempo di santificazione e sappiate accoglierlo con gioia. Fra non molto capirete perché sono venuta in mezzo a voi. Allora sarete beati perché avete ascoltato il richiamo di Maria. Vi benedico tutti.

13 Gennaio 1986
Benedetto sia il Signore. Ascoltatemi, figli miei, e non giocate con quello che continuamente vi dico. Satana sta prevalendo su tutte le istituzioni: governanti e politici sono coinvolti. Dio è stato allontanato. Non basta la vostra fede. Siate fermi nel Vangelo. Ai sacerdoti dico: Niente compromessi! Non timidezze! Ma coraggio e forza! Siete entrati nel tempo della purificazione: quindi voi non vi meravigliate di quello che vedrete. Siate uniti e amatevi come io vi amo. Vi benedico.

16 Gennaio 1986
Lodiamo il Signore, figli miei. Quello che cercate l’avete trovato. Dì ai tuoi apostoli che non abbiano paura alcuna, l’Eucaristia, Gesù, è la loro forza! Non soltanto qui, Lo troveranno in tutte le chiese: Gesù li aspetta anche lì per dare testimonianza ai vostri fratelli. Fate così: dite a tutti che i peccati vanno confessati. Troppi sono quelli che cercano Gesù con il cuore turbato. Dite anche ai sacerdoti di adempiere alla loro missione; sono loro che possono assolvere. Dite che vi manda Maria. Vi benedico.

16 Gennaio 1986
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Cari figli miei, attraverso la vostra testimonianza di fede e di preghiera verrà la salvezza. Riempitevi di grazia. Il vostro tempo è arrivato. Il popolo di Dio convertirà il popolo di Dio. La prepotenza dell’uomo sarà sconfitta. Saranno beati gli umili. Verrà il suo Regno ma verrà per mezzo di voi. Non nascondetevi quindi ma siate responsabili del vostro impegno. lo non vi abbandonerò se vivrete questo tempo di grazia. Vi benedico.

19 Gennaio 1986
Cari figli, non avevate capito nulla! La vostra vita è tenebra quando è senza la grazia. Ora vedo che avete trovato in molti la gioia di vivere e sarà ancora più bello se metterete in pratica tutto quello che il Vangelo vi propone. Non lamentatevi di quello che continuamente vi chiedo.( … ). Il Padre saprà ricompensare questo vostro sacrificio e vi premierà ora e dopo. Sappiate accettare tutti quelli che verranno. Per tutti ci sarà lavoro e pane. lo sarò con voi e vi benedico.

21 Gennaio 1986
Cari figli miei, sono le vostre preghiere che salveranno il mondo. Il lavoro che vi aspetta è molto. Vi chiedo quindi di andare in tutte le parti: parlate di Gesù, di Maria, non siate timidi ma coraggiosi! Insegnate a pregare. Portate l’amore a tutti. Dio è luce: la luce deve essere luce per tutti. Gli ostacoli che incontrerete saranno prova di amore per voi. Non vi abbandonerò. Vi benedico.

23 Gennaio 1986
Vi sarete accorti che Maria è un ostacolo per molti. Ostacolano anche voi perché parlate di Maria. Non abbiate alcun timore. Voi parlate allora di Gesù e dite che Lui vuole la Madre sua Regina di salvezza. Domani pregate per il Papa, per i Vescovi e per i Sacerdoti: anche loro amavano molto Maria. Dì a tutti che li benedico.

24 Gennaio 1986
Prega così, una preghiera nuova: Ave, o Maria, la grazia del Signore è da sempre con te. Tu sei scelta fra le donne, benedetto è il frutto del tuo cuore Gesù. Santa Madre di Dio, con te c’è il Salvatore, che noi vogliamo amare e adorare. Amen.

27 Gennaio 1986
Benediciamo il Signore. Cari figli miei, non crediate che sia facile il vostro cammino. Vedo che la vostra fede è grande, non vergognatevi di essere cristiani. Ogni cosa si compirà. State incamminandovi nella giusta strada. Siate umili. lo vi guiderò, ascoltatemi! Benedico i vostri incontri e mi unirò all’incontro di domenica. Pregate per i sacerdoti. Vi benedico tutti.

29 Gennaio 1986
Benediciamo il Padre. Cari figli, siete voi la nuova luce nel mondo. Gesù sceglie voi per fare il suo Regno. La vostra donazione sia santa, sincera. Il tempo è arrivato. Il Vangelo sia la vostra guida. Accettate l’invito di Gesù. Andate e abbiate coraggio. Aprite i vostri cuori, il mondo ha bisogno. Gesù attende. Lui vi premierà. Ci sono io con voi. Vi benedico.

30 Gennaio 1986
Sia lodato il Padre. Cari figli, troppi peccati contro la vita. Maria vi manda nel mondo per dire a tutti che il tempo è arrivato. Parlate, parlate anche per coloro che dovrebbero parlare ma non parlano, vedono ma dicono di non vedere. lo vi dico che la responsabilità è grande. Ascoltatemi e ricordate che Dio è giusto.

3 Febbraio 1986
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Cari figli, vi ringrazio. Vedo che siete attenti e prudenti. Siete solo all’inizio di un grande lavoro, quindi non disperdete le vostre forze ed il vostro entusiasmo. Riunitevi spesso insieme, come avete fatto ieri, io sarò sempre in mezzo a voi. Quanto non vi è chiaro nei miei messaggi, non deve essere per voi preoccupazione alcuna. L’importante per voi è essere sempre in grazia. Pregate. lo vi benedico.

5 Febbraio 1986
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Siete con Maria, cari figli miei. Benedico le vostre famiglie e vi ringrazio di tutto quello che fate per il Regno del Padre. Voi siete i primi ma sappiate che dovrete donarvi con tutto voi stessi per i vostri fratelli. Molti uomini verranno alla mia chiamata; infatti, insieme a Maria voi conquisterete la Maggioranza degli uomini; insieme parlerete di Maria al mondo e salverete il mondo. Molte cose cambierete dalla prossima settimana. lo ve le dirò. Coraggio. Vi accompagno e vi benedico.

7 Febbraio 1986
Sia lode al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo. Caro figlio, gli inviti che ti rivolgo sono esortazioni per lavorare e pregare con i tuoi apostoli per la salvezza degli uomini. Mi rivolgo a voi perché la Chiesa già fa la sua parte ma con forze scarseggianti e animi non conformi alla volontà di Dio. Voi credenti, apostoli miei, unitevi alla mia voce, alla voce della Chiesa santa, al Papa, per convertire il mondo nell’errore. Cercheranno di fermarvi, ma voi gridate ancora più forte, perché la vostra voce viene da Dio e Maria è con voi. Vi benedico. 8 Febbraio 1986 Benedetto il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Vi benedico, figli miei. Voi non vi vergognate di essere cristiani. Dite a tutti quelli che non intendono credere che non vengo per scherzo e dite di non perdere altro tempo. (. .. ) Sarò con voi e con tutti quelli che sono in grazia. Vi benedico.

9 Febbraio 1986
Lodiamo il Padre, figli miei. Siate sempre uniti, pregate sempre insieme. Molti di voi hanno già capito; molti, molti ancora devono capire. (. .. ) lo sono in mezzo a voi oggi. Nulla vale nella vostra vita all’infuori della grazia. Vi ringrazio perché mi ascoltate. Non abbiate alcun timore. lo non vi abbandonerò. Vi benedico.

13 Febbraio 1986
Diamo lode al Padre. Cari figli, la serietà della vostra vita, la preghiera vi santifichi tutti. Spogliatevi delle cose superflue. Lasciate al mondo le cose del mondo: al Padre si arriva soltanto nudi. Amatevi con tutte le vostre forze. Ringraziamo il Padre per tutto quello che ha dato e ci darà, Lui è buono, beneditelo. Fate che tutti si convertano; non basta credere a parole, fatelo ora, non aspettate che sia troppo tardi. Date a Lui le primizie non gli avanzi. Fate ogni cosa bene e accogliete l’invito che vi ho dato: la costante preghiera nei prossimi giorni di mercoledì, giovedì e venerdì. Vi benedico.

14 Febbraio 1986
Padre, Ti ringraziamo. Siate svegli, figli miei, non vi lasciate ingannare: vi stanno seguendo passo passo. Testimoniate la vostra fede con coraggio. State certi, il Padre vi benedice e vi protegge. I sacrifici che vi chiedo saranno premiati. Gradisco la vostra preghiera ma soprattutto l’amore che saprete diffondere tra voi. Siate sempre insieme. Non allontanatevi dal tabernacolo la prossima settimana. Fate pregare. Ascoltatemi, ascoltatemi. Vi voglio bene. Vi accompagno e vi benedico.

15 Febbraio 1986
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Cari figli miei. La mia voce è come una goccia nel mare! Sì, si prega anche nelle case ma non tutti hanno la possibilità di udire i miei messaggi. Perché non si intende ascoltare i miei richiami? Responsabili sono coloro che ostacolano, responsabili sono coloro che fanno i sordi! Queste cose ditele! Non abbiate paura. Il male nel mondo non smetterà se non farete udire a tutti la mia voce. Non stancatevi! Dite di fare presto! Voi non temete, io sono e sarò sempre con voi. Vi benedico.

17 Febbraio 1986
Benediciamo e ringraziamo il Signore. Figli miei. Ringraziate il Padre per il dono che vi ha dato in questo tempo di grazia. Ringraziate per il dono di credere a Maria. Molti dovranno arrivare ma arriveranno solo attraverso la vostra convinzione e il vostro amore. Vi ringrazio(. .. ). Fidatevi di Maria. E a coloro che dicono di non credere, dite che tutti i Santi in Cielo lo sono per mezzo di Maria perché da Maria si sono lasciati guidare. Vi benedico.

20 Febbraio 1986
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. (. .. ) Dio chiede giustizia in tutto il mondo: dai luoghi di culto ai governanti; nelle carceri, negli ospedali, nel lavoro e nelle famiglie. Giustizia e amore, amore. Si arresti ciò che sta per venire. Riconoscetevi tutti fratelli e figli del Padre Celeste. Lui vi ama. Vi benedico tutti, benedico i sacerdoti presenti, la loro Opera. Dì che Maria è con loro. Pregate sempre per i giovani e coloro che sono in cammino verso il servizio alla Chiesa, che sono presenti qui in chiesa. lo non li abbandonerò.

23 Febbraio 1986
Cari figli miei, vi ringrazio della vostra preghiera; vedete come serve! Vi assicuro che il Padre vi benedice e vi accompagna. Ringrazio tutti coloro che si sono uniti a voi in questi giorni; nulla andrà perduto. Le grazie scenderanno sopra di voi e le vostre famiglie. Vi benedico.

25 Febbraio 1986
Cari figli, dipenderà da voi che mi ascoltate il buon esito della missione che vi affido. Voi divulgherete la verità al mondo con il Vangelo in mano. Fate che le chiese si riempiano. Siate giusti! Voi parlerete al popolo con giustizia testimoniando con la vostra vita. Quindi santificatevi! Non basta partecipare ma occorre essere attivi nell’operare. Fidatevi di Maria. Vi benedico.

27 Febbraio 1986
Cari figli miei. Qui, proprio qui, in questo luogo io vengo a visitarvi ogni giorno. Chi mi ascolterà troverà la pace. Non abbiate alcun timore: io sono la Madre di Colui che vi dona la pace. Se non ascolterete i miei inviti non sarete nella pace. Sono inviti di Gesù rivolti a voi per darvi il suo amore e chiamarvi a una grande missione generosa: la conversione dei vostri fratelli. Preparatevi quindi! Ad aiutarvi ci sarò io. Il tempo è arrivato. Vi benedico.

4 Marzo 1986
Caro figlio. Il primo vostro impegno sia questo: in ogni parrocchia vicina e lontana riunite i giovani, fate udire la mia voce, portateli a Gesù, non abbandonateli, preparateli, awiateli alla serietà della vita, trasmettete il vostro amore e quello del Padre; allora, assieme a loro, cambierete il mondo e cesserà il male. Sì, i giovani li consegno a voi. Vi benedico.

10 Marzo 1986
Benedetto il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. lo vi amo tanto, figli miei. Vi ringrazio per la vostra fede, rinnovate continuamente il vostro Credo. Chiamate con voi i sacerdoti. Non abbandonate coloro che sono alla ricerca di Dio. Sappiate accogliere questo tempo di grazia, non lasciatelo passare inutilmente; non appesantitevi di questa responsabilità, passate oltre le piccole cose. La fede, solo la fede vi salverà: questo dite a tutti. Vi benedico.

13 Marzo 1986
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Cari figli miei. Se Gesù vive in voi, ringraziate. Con la sua grazia vi renderà capaci di essere gli operatori di salvezza. Beati voi perché siete i chiamati. Salvezza, salvezza, figli miei. Demolite le falsità. Rifiutate gli inviti di Satana. Siate coraggiosi. Vivrete nella gioia se vi adagerete in Dio. La vostra fede sarà più forte nella preghiera. Siate giusti. Le vostre invocazioni troveranno risposta solo nella vera fede. Benedico tutti voi presenti e tutti coloro che accompagnano le vostre preghiere nelle loro case.

15 Marzo 1986
Caro figlio, vedo come state lavorando, vi ringrazio! La vostra opera sta incominciando. Chiamate tutti, fatevi aiutare da tutti, vi raccomando i giovani: raggiungeteli, portateli a Gesù, insegnate loro a pregare, insegnate il valore del sacrificio, non abbandonateli. Fate che ci sia un sacerdote in questa chiesa almeno per la settimana santa per la riconciliazione di tutti. Vi benedico tutti.

16 Marzo 1986
Benediciamo il Padre. Caro figlio, non temere se i sacerdoti dicono di non credere; nel loro animo ci sono io. Prega e verranno. Tu lo sai già che il vostro lavoro è per voi modo di santificazione. Userete tutto il tempo libero per la missione che vi affido. Vi ringrazio e vi benedico.

20 Marzo 1986
Sia lodato Dio. Cari figli, solo la vostra grande fede vi porterà a Dio. lo vi indico questa strada e voi la indicherete a tutti. Nella fede l’amore, la carità, la gioia, la grazia. Figli miei, non discutete sulla fede, con la fede si vive. Vivete ogni giorno una vita nuova, vita di luce, di pace. Abbiate forza, coraggio, fidatevi di Gesù, Lui vi ama, amatelo anche voi. Vi invito ancora alla preghiera e al sacrificio. Vi benedico.

21 Marzo 1986
Sempre in nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Cari figli miei. Voi mi ascoltate e vi prodigate per il bene Voi siete già arrivati perché avete capito e obbedito! Quanto lavoro vi aspetta! Il vostro sacrificio sarà premiato, così anche per i vostri congiunti che con voi soffrono. Vi benedico.

24 Marzo 1986, Lunedì Santo
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Cari figli miei, vivete con la penitenza questo tempo santo. Cancellate con la vostra preghiera ogni offesa recata a Dio; fate vostri i patimenti di Gesù. Abbracciate la Croce. Innalzate la Croce, solo attraverso la Croce la vostra salvezza. Gesù vi ama, aspetta da voi il vostro amore. Siate generosi. Il Padre vi premierà per le vostre opere. lo vi benedico e rimango in mezzo a voi.

25 Marzo 1986, Martedì Santo (Festa dell’Annunciazione. Primo anniversario delle apparizioni) Ringraziamo il Padre. Figlio mio, ti ringrazio perché hai accettato quanto ti ho proposto in questo tempo. Ringraziamo anche il Padre per questa grazia. Ancora io ti chiedo di pregare; pregate, la Madonna vi aiuterà. Tu lo sai quale pericolo incombe su di voi! Allontaniamolo con la conversione e la preghiera. Oggi ti darò un importante compito che porterete a compimento quando tutto sarà accolto dal Padre. Ti ringrazio e ti benedico.

25 Marzo 1986, Martedì Santo (ore 22.20)
Lodato sia il Signore. Caro figliolo, ho chiesto a te e ai tuoi amici la preghiera, la conversione, la salvezza dei vostri fratelli. Vi ho consegnato i giovani, ora vorrei il vostro impegno anche per gli anziani. Unite le forze, insieme costruirete una grande casa, accoglierete in essa gli abbandonati, i soli, accoglierete i sacerdoti. Incominciate, io vi manderò operatori e mezzi per sostenerla. La chiamerete “Opera dell’Amore”. Donate tutto il vostro amore. Anche voi ne godrete i frutti. Un giorno questa mia immagine sarà nella cappella di questo edificio dove vi unirete per pregare: fate che sia una famiglia. Informa di questo il tuo Vicario. Ti benedico.

27 Marzo 1986, Giovedì Santo
Cari figli, vivete questi giorni di dolore uniti a Gesù, Lui ha saputo essere umile e generoso, non abbiate vergogna di essere suoi imitatori. Donatevi anche voi per i vostri fratelli come Lui ha fatto per voi. Questo io vi chiedo: sappiate essere generosi con tutto voi stessi, questi sono i giorni più vicini e decisivi per donarvi al lavoro che vi attende. Con voi ci sono anch’io. Vi benedico.

29 Marzo 1986, Sabato Santo (Oggi, per la prima volta dopo l’inizio delle apparizioni, si compie la VIA CRUCIS al Monte di Cristo)
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei, gli uomini hanno messo a tacere Gesù ma
voi farete che il suo martirio non sia stato invano. Voi sarete la continuazione della sua parola, delle opere che parleranno di Lui. Donatevi per il bene di tutti. Ora tocca a voi missionari di Gesù: Lui vuole parlare per mezzo di voi. Siate orgogliosi per il suo invito. Dimostratevi degni del suo amore. Anch’io sono con voi. Vi benedico.

30 Marzo 1986, Pasqua di Risurrezione
Cari figli, fate che tutti i giorni siano come questo giorno. Oggi tanti cuori si sono aperti all’amore e alla riconciliazione. Molti, troppi ancora sono nel buio. Gesù attende tutti. Vi supplico, figli miei, non scoraggiatevi, siate gioiosi! Con Gesù nel vostro cuore, andate, donate amore al mondo e nel mondo rifiorirà il bene. Vi ringrazio per la vostra manifestazione di fede: voi avete accompagnato Gesù nel suo dolore e avete attirato le sue benedizioni. Vi aiuterò, figli miei, e vi benedico.

2 Aprile 1986
Benedetto sia il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Cari figli, oggi vi chiedo di aggiungere un impegno ai vostri impegni; diffondete questo richiamo a tutti: fate che non si bestemmi più! Sappiate che molte volte al giorno il coro delle preghiere, di voi fedeli, viene soffocato da una infinità di bestemmie contro Dio. A Dio si deve soltanto lode. Lui l’autore della vita, Lui il Creatore. Onoratelo sempre. Fate che non si bestemmi più. Ascoltatemi. Vi benedico tutti.

3 Aprile 1986
Benediciamo il Padre. Cari figli miei. Con la parola, che è dono di Dio, voi testimonierete la vostra fede; con la vostra vita parlerete di Lui. Santificatevi con la preghiera, lasciate parlare il vostro cuore. Sappiate tacere, quando occorre tacere; tacere, umilmente tacere. Siate consapevoli delle vostre responsabilità. Non farete la volontà del Padre con la curiosità e l’orgoglio. Donatevi totalmente alla missione che vi affido. Ascoltatemi. Benedico tutto e tutti.

6 Aprile 1986
Benedetto il Signore. Cari figli, vi ringrazio per quanto avete incominciato a fare per i giovani. Sono molti quelli che hanno bisogno. Non solo qui ma in tutte le parti io vi invito a lavorare seriamente. Insegnate loro a recitare il Santo Rosario tutti i giorni. Sarà la catena che li legherà a me ed io li condurrò alla salvezza. Vi benedico assieme a loro.

7 Aprile 1986
Sia lodato il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Vi ringrazio, cari figli miei, voi siete vicini a me, io sono vicina a voi. Oggi ho concesso due grazie a due sacerdoti perché avevano il cuore puro. Siate anche voi sempre con il cuore puro. Sappiate perdonare a tutti e sarete perdonati. Ancora domani e dopodomani poi verrà, verrà quello che insieme aspettavate. Vi benedico.

9 Aprile 1986
Lodiamo insieme il Padre. Figli miei, cercate di donare a tutti quello che avete ricevuto. Siate generosi. Insegnate a tutti che non si trova Gesù nei piacimenti del mondo. Gesù vi attende e Lo potrete incontrare solo attraverso la croce e la preghiera, nella povertà e nell’umiltà del vostro cuore. Lui vuole donarvi la sua pace e la sua gioia. Amatelo! Lui già vi ama tanto. Ascoltatemi. Vi benedico.

10 Aprile 1986
Benediciamo il Signore. Cari figli miei, Gesù vuole una Chiesa povera di mezzi ma ricca di fede. Imparate a non chiedere nulla ad alcuno, ma date sempre, date tutto. Sarà la vostra povertà ad arricchirvi. Non sarete ascoltati se non parlerete con la vostra vita. A coloro che vi dicono di andare piano risponderete che è già troppo tardi. Bisogna correre per arrivare in tempo. Pregate e sarete aiutati, voi sarete anche i benedetti dal Padre perché già credete a quanto vi dico. Non temete, questa è la giusta strada. Vi benedico, figli miei. Cari figli miei, lo Spirito Santo che voi desiderate è con voi, sempre è con voi. Lui vuole la Patria in Terra. Voi farete la volontà di Dio. Non vi dirò ancora tante cose, però tu continuerai a vedermi. Domani mi vedrai anche fuori da questa chiesa perché è arrivato il tempo. Qui non tutti mi accettano, ma non temere, sarò sempre con voi per accompagnarvi e guidarvi. Vi benedico, figli miei.

Venerdì, 11 Aprile 1986 (Monte di Cristo. Questa è la prima apparizione avvenuta sul “Monte di
Cristo”: ore 23.15)

Figli miei, figli miei, qui non vi manderà via nessuno. Tu hai avuto il coraggio di innalzare questa croce. Innalzate sempre la croce. Non vi vergognate. Quanti verranno qui a pregare, Gesù li benedirà. Sarò con voi. Vi ringrazio e vi benedico.

13 Aprile 1986
Benediciamo il Signore. Figli miei, la vostra preghiera è accolta dal Padre, grazie! Quello che continuamente vi dico, fatene urgente richiamo per tutti. Non aspettate ancora coloro che stanno a guardare. Lasciateli guardare, costoro arriveranno, ma arriveranno troppo tardi. Il tempo che vi rimane non è molto, ascoltatemi. Vi benedico tutti.

14 Aprile 1986
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei, la vostra sofferenza è la mia sofferenza. Siate umili e rafforzate la vostra fede. Non saranno né le mie, né le vostre parole, ma quello che verrà li convincerà. lo sono con voi. Vi benedico.

17 Aprile 1986
Preghiamo insieme. Figli miei, vi chiedo sempre preghiera, preghiera. Cercate di capire l’importanza della preghiera. In questi giorni la vostra preghiera è preziosa. Il Padre illumini tutti gli uomini. Il maligno si allontani da voi. Implorate la pace. Ho indicato a voi la via della pace. Camminate su questa via, figli miei. lo vi aiuterò e vi benedico.

18 Aprile 1986 (Asiago. Apparizione avvenuta presso l’Istituto Canossiano in Asiago durante i tre giorni di Esercizi Spirituali per il Gruppo S. Martino)
Benediciamo il Signore. Cari figli miei, vi ringrazio tutti. Vi benedico, benedico il sacerdote qui presente, benedico questa casa e tutta la Congregazione. Benedico questa Parrocchia, benedico i suoi sacerdoti e le religiose. Non per caso siete qui oggi. Come vorrei poter entrare in tutte le case di questa Comunità! Ditelo ai sacerdoti: il mese di Maggio è il più caro a me! Ditelo ai sacerdoti: Vorrei poter entrare in tutte queste famiglie! Vi benedico tutti, figli miei. lo rimango in mezzo a voi. Vi benedico.

19 Aprile 1986 (Asiago)
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Cari figli, non vi abbandono. Vedo che voi cercate la luce. lo vi dico: siete nella giusta strada! Illuminatevi per poter illuminare, molti aspettano. Voi porterete la luce del Salvatore a tutti. I giorni della conversione sono arrivati. Parrocchia per parrocchia, casa per casa, ogni anima sia in grazia. Non ci sia in voi curiosità. Già sapete come fare: insegnate a tutti a pregare. Ascoltatemi. Vi benedico tutti. Benedico i vostri cari.

20 Aprile 1986 (Asiago. Dinanzi al SS.mo Sacramento esposto all’adorazione)
Lodiamo insieme Gesù. Figli miei, sono io che vi ringrazio. Dove sarete voi ci sarò anch’io. lo apro i vostri cuori, voi schiuderete i tabernacoli. Grazie, vi benedico.

22 Aprile 1986
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Cari figli, non vi lascerò! Vi accompagnerò per tutto il cammino difficile affinché questo diventi più facile. Non disperate, figli miei, vi ho chiamati perché sapevo che voi rispondevate alla mia chiamata. Vi ringrazio perché vi state preparando alla missione che vi attende; questa sarà salvifica se non si perderà altro tempo. Quindi non fate ancora commenti, ma aumentate il vostro impegno. Vi benedico.

23 Aprile 1986 (A Possagno nella chiesa della Casa Sacro Cuore)
Sia lodato il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Cari figli miei, con la vostra preghiera pregherà il mondo, solo con la preghiera verranno tutti quelli che Gesù sta chiamando: molti, molti sono. Pregate e ascoltatemi. Vi benedico, figli cari, benedico questa casa. 24 Aprile 1986 Lodiamo il Padre insieme. Figli miei, sappiate mettere Dio al primo posto in tutte le cose, in ogni vostro pensiero; in ogni azione vi sia Dio, in tutta la vostra vita vi sia Lui. Solo così realizzerete quanto vi è stato assegnato di fare, solo così voi troverete la via della santificazione. Prima di ogni vostra parola ci sia l’ascolto! Lui vi parlerà. Grandi cose vi attendono, figli miei, se mi ascolterete. Vi benedico.

26 Aprile 1986 (Di ritorno dai luoghi religiosi di Assisi e Cascia )
Benediciamo il Signore. Caro figlio, ove sei arrivato oggi è arrivata Maria: lì aspettavano la mia parola. Ti assicuro che assieme pregherete e arriverete. Abbiate sempre coraggio! Gesù attraverso sua Madre arriverà in tutti i luoghi, ma arriverà per mezzo di voi. Preparatevi e pregate. Vi benedico.

28 Aprile 1986
Sia lodato il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Cari figli miei, l’amore che Maria ha per voi è grande. Ascoltate la mia voce, figli miei, non abbiate timori, io vi voglio accompagnare al Padre. Il mondo si è perduto; ecco perché io tendo la mano ai mondo. Awicinatevi a me, non allontanatevi, io vi salverò e prego per voi. Vi benedico.

29 Aprile 1986 (Monte di Cristo – Via Crucis)
Lodate la Croce, benedite la Croce, figli miei. Voi siete i benedetti. Grandi cose Gesù vi darà, perché avete scelto e percorrete la via del Calvario. Insegnate a tutti questa strada, non vi pentirete. lo vi accompagno e vi benedico.

1 Maggio 1986 (Monte di Cristo)
Figli miei, io vi accompagno, ma soprattutto busso al vostro cuore insistentemente. Non badate a sacrifici e croci: operate, pregate, affinché Satana non raggiunga ulteriore potere sugli uomini e nella Chiesa. Non si salverà il mondo se gli uomini non pregheranno di più e non cambieranno vita. Ascoltatemi, figli miei. Vi benedico tutti.

2 Maggio 1986
Benediciamo il Signore. Figli miei, sia questo il mese della preghiera e della conversione. In questo mese di Maggio lasciatevi guidare. lo vi amo, figli miei, vi ringrazio della vostra devozione. Assicuro la mia protezione a quanti si consacreranno a me, al mio Cuore di Mamma. Belle saranno le anime che Maria presenterà al Padre. Vi benedico, figli miei.

5 Maggio 1986
Preghiamo: Padre, noi Ti lodiamo. Caro figlio, non basterà la tua voce per divulgare la mia.Ho chiamato i tuoi collaboratori, ora siete in tanti, dividete i compiti, io sono contenta di loro, hanno capito, io li benedico. Coloro invece che io aspettavo per primi, non arrivano ancora. Il loro cuore non si apre ai miei richiami, non accettano il dono; Gesù ne soffre. Dona anche tu le tue sofferenze fino a quando questi cuori che sto chiamando non si saranno inteneriti. Tu rimarrai da solo. Non comunicherai ulteriori miei messaggi! Il tuo dolore con la preghiera serviranno alla santa missione che assieme faremo. Ti sarò vicina nel tuo dolore. Ti benedico. (Confronta messaggio in data 20 Giugno 1986)

7 Maggio 1986
Benediciamo e adoriamo il Signore. Cari figli miei, l’opera di Gesù è anche l’opera di Maria: in mezzo a voi ci sono anch’io e con voi vorrei poter portare la gioia in terra, a tutti gli uomini, con la verità nel credere a Lui, per far vivere il suo Vangelo, per ringraziare il Padre. Quanto bello il vostro mondo e il vostro vivere sarebbe! Ascoltatemi, figli miei. lo vi benedico.

8 Maggio 1986
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei, Dio è con voi. Non fareste quello che fate se non ci fosse Lui. Voi vi sacrificate per il bene degli uomini e del mondo perché avete trovato Dio.
Troppi sono coloro che vorrebbero salvare il vostro mondo, ma non ne sono capaci, perché al posto di Dio hanno preferito Satana. Non abbandonate Dio, figli miei! Lavorate con Maria! Con urgenza perché il tempo è arrivato. Vi benedico tutti.

10 Maggio 1986 (Sono i giorni della nube radioattiva proveniente dalla Russia, dall’esplosione del reattore atomico di Chernobyl)
Lodato sia il Signore. Caro figlio mio, Gesù soffre per la sofferenza degli uomini, tutte sofferenze a causa del peccato. Si continua a portare in trionfo Satana e si allontana Dio. Le conseguenze già le conoscete e le state vivendo. Non diminuiranno ma aumenteranno le vostre pene con il peccato. Farai la tua opera perché Dio sia messo al primo posto in tutte le cose. Non ti scoraggiare, la tua sofferenza ti aiuterà. Ti benedico.

12 Maggio 1986
Sia lodato il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Caro figlio, la Chiesa è in pericolo.L’indifferenza è forte anche nei rappresentanti ed in particolare tra i ministri del Figlio mio Gesù.Vi invito a pregare, pregare. Figli miei, non perdete ancora tempo per donarvi! Oggi la mia voce è entrata tra le mura più sante. Abbi fede! Ti benedico.

13 Maggio 1986 (Monte di Cristo. Durante la S. Messa, dopo la consacrazione, avviene la manifestazione del sole)
Caro figlio, questo è il tempo di grazia. Coloro che non lo accettano si pentiranno. I mali che si avvicinano faranno capire ai superbi e ai duri di cuore che Maria aveva richiamato il mondo. Voi allora sarete in pace perché tutto questo lo avete accettato. Ti benedico.

14 Maggio 1986
Benediciamo il Signore. Figli miei, quanta tristezza in mezzo a voi! Chi è colui che vi porta tanta tristezza? Non certamente Gesù! Vorrei vedervi tutti felici, figli miei, ma non vengo ascoltata; eppure io vi dono speranza, gioia, perché vi amo. Fidatevi di più di Maria. Vi benedico.

16 Maggio 1986
La causa è solo del peccato. Togliete il male nel mondo e vi salverete. Incominciate dai peccati più gravi, poi toglierete anche i minori. Non si salverà il mondo se l’uomo non metterà Dio al primo posto. Ascoltatemi, figli miei!

22 Maggio 1986
Benediciamo insieme il Signore. Cari figli, io cerco accoglienza in voi. Se mi accoglierete vi condurrò alla fonte della gioia e della pace, unica fonte, tanto sconosciuta dagli uomini ma ristoratrice e salvifica. Verrà presto il tempo in cui, chi avrà accettato e ascoltato il mio richiamo, sarà beato. Si compia quindi la volontà del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo in tutti gli uomini. Vi benedico tutti.

24 Maggio 1986 (Dopo la S. Messa celebrata in S. Martino dall’A. René Laurentin)
Sia lode a Dio. Figli miei, io vi chiamo e voi rispondete. Vi benedico e vi ringrazio perché con Maria lavorate per la riconciliazione degli uomini e alla conversione: solo così salveremo il mondo. Beati saranno coloro che vi ascolteranno. Non temete, con voi c’è Gesù. Voi siete i suoi prediletti. Vi benedico.

1° Giugno 1986 (Cortona: cappella della Casa Betania delle Suore Stimmatine)
Lodiamo il Signore. Figli miei, Gesù è con voi in ogni S. Messa. Lui viene in mezzo a voi, rimane con voi, amatelo, ospitatelo, siate degni del suo amore, ascoltate il suo insegnamento. Molti, molti Lo offendono e camminano nelle tenebre. Il male che producono costoro è grande, pericoloso; pregate, pregate come avete pregato nel mese di Maggio. Recitate il Santo Rosario ogni giorno, così onorerete Gesù ed io vi accompagnerò. Benedico questa casa e vi benedico tutti, figli miei.

5 Giugno 1986 (Schio, S. Martino: dinanzi al Santissimo esposto)
Grazie e lode a Te, Padre. Figli miei, quanto si è lasciato rapire il cuore degli uomini dalle cose del mondo e non riescono a sentire il mio richiamo. Ditelo voi a tutti, figli miei: In tutto ciò che vi circonda c’è il Creatore. Non siate ciechi. Il Padre continuamente vi dà, vi ama, vi chiede il vostro amore. Ringraziamo il Padre e adoriamolo. Vi amo, figli miei e vi benedico.

6 Giugno 1986
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.Figli cari, camminate insieme per sostenervi.Aiutatevi per superare insieme le difficoltà che incontrate, pregate, siate coraggiosi. Gesù vi aiuta sempre e non vi deluderà. Vi benedico tutti, figli miei.

10 Giugno 1986
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Figlio mio, come vorrei non ci fosse più curiosità quando vengo in mezzo a voi. Già tu comunichi tutto ai tuoi fratelli. Fai capire che anche loro si mettano in ascolto di Maria e aprano i loro cuori. lo vengo in mezzo a voi perché vi amo, voglio aiutarvi, ma voi tutti ascoltatemi e fate come vi dico. Al giovedì fate che Gesù abbia tutta la vostra adorazione; il Santo Rosario recitatelo prima o dopo. Modificheremo anche i nostri incontri. Ti aiuterò e ti benedico.

11 Giugno 1986
Lodato sia il Signore. Figli miei, siate degni del nome di cristiani. Esaminatevi continuamente, lasciate quello che vi turba, siate forti, coraggiosi; andate sicuri, impegnatevi ma non vi siano mai compromessi con il mondo. Nulla può garantirvi il mondo se non è con Dio. Siate luce che illumina. Vi ringrazio e vi benedico.

12 Giugno 1986
Lodiamo il Signore. Figli miei, vi chiedo di essere umili. Quando pregate siate come bambini, annullate in voi ogni grandezza, annullate il vostro io, allora la preghiera sarà efficace e quando chiederete sarete ascoltati e il Padre vi farà grandi. lo voglio guidarvi, figli miei. Lasciatevi guidare. Vi benedico.

15 Giugno 1986
Glorifichiamo il Padre. Figli miei, sono arrivati i tempi! Voi direte basta al peccato, voi direte a tutti di non abusare più della bontà di Dio, o l’uomo se ne pentirà. Voi già conoscete il bene, siate esempio di bene per tutti. lo vi mando: ANDATE! Senza paura alcuna. Chi vi accetterà e vi ascolterà, ascolterà Maria e Gesù. Vi ringrazio e vi benedico.

18 Giugno 1986
Glorifichiamo il Signore. Figli miei, il cammino che vi ho indicato è faticoso perché il percorso è stato ostruito. E a voi che mi ascoltate io vi dico: Gesù vi chiama AMICI perché avete accettato di lavorare con Lui e con Maria per il regno del Padre. Tutto quello che vi ho detto in questo tempo vi aiuti a vivere e a far vivere il Vangelo. Pregate e lavorate quindi, non perdete tempo. A te, figlio mio, dico: Non temere! Quando sarà necessario ti chiamerò perché tu possa guidare il gruppo a realizzare quanto vi ho chiesto. Sarò sempre in mezzo a voi anche quando non mi vedrete. Vi aiuterò. Benedico voi e tutti quelli che lavorano con voi.

20 Giugno 1986
Benediciamo il Signore. Non vi abbandonerò, figli rmei, già ve l’ho detto. Abbiate fiducia, Gesù vi benedice. Siate spesso insieme. Ora potrete anche far conoscere i miei messaggi ma meditate e andate cauti. Quello che vi ho chiesto è stato utile perché cose nuove verranno presto per aiutarvi. Coraggio. Vi benedico.

22 Giugno 1986
Benediciamo il Padre. Figli miei, voi state divulgando la mia voce. Vi ringrazio! Cercate sempre di operare con amore, le schiere di Maria aumenteranno, sarete in tanti se lavorerete con amore. Ci sia l’amore in tutto il vostro fare, nel vostro dire, umiltà e amore. Tenete con voi Gesù, Lui saprà donarvi tutte queste cose. Vi ringrazio e vi benedico.

23 Giugno 1986
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Ancora, cari figli, vi chiedo di avvicinare i giovani. Non perdete tempo, aiutateli a vivere nella grazia: i giovani e gli anziani. Date il via alle vostre opere. Incominciate a parlarne tra voi. Dividete i vostri compiti. Vi benedico.

24 Giugno 1986
Padre, noi Ti adoriamo. Figli miei, anche per voi io sono rimasta ai piedi della croce. Attendo anche voi tutti. La vostra redenzione verrà dalla Croce, sarà dolce per voi ritrovarvi con Maria ed abbracciare la Croce. Vi benedico tutti, figli miei.

26 Giugno 1986
Lodiamo insieme il Padre. Figlio mio, come è difficile la via del bene! La parola di Gesù non è stata da tutti accettata. Nemmeno la mia presenza in mezzo a voi viene accettata da tutti. Caro figlio, il bene trionferà, non temere. Tu già lo sai: attraverso la Croce le gioie. Prega, prega. Ti ringrazio. Ringrazia tutti i tuoi collaboratori. Ti benedico.

1° Luglio 1986 (Monte di Cristo)
Lodiamo il Signore. Figli miei, qui io vi attendevo. Cuori puri! Cuori puri! Tu, figlio mio, non chiederti continuamente: perché?
Lo Spirito Santo già ti accompagna, ti aiuterà e tu parlerai. Anche i tuoi amici parleranno ed opereranno nella misura in cui lo desiderano. Vi benedico.

3 Luglio 1986 (S. Martino: incontro di preghiera per giovani)
Figli miei, Gesù attende tutti i giovani. Pregate con i giovani, donatevi con loro, allontanate con la preghiera tutto il male che li circonda e loro rinnoveranno il mondo con il bene. Vi benedico tutti, figli miei.

6 Luglio 1986
Benediciamo il Signore. Vengo per benedirvi, figli miei, per donarvi la fede, la fede! I vostri frutti saranno gustati ma saranno i frutti della vostra fede. Siate orgogliosi della vostra fede, figli miei. Non vi abbandonerò perché vi amo. Portate a tutti i vostri cari la mia benedizione.

11 Luglio 1986 (S. Martino:incontro con i Responsabili dei gruppi di preghiera parrocchiali)
Lode a Te, Padre. Luce, figli miei, luce a voi che siete i chiamati. Accettate e diffondete il mio richiamo a tutti, amatevi come Gesù e Maria vi amano.Benedetti siete voi e benedizioni scenderanno su tutti coloro che vi ascolteranno. Non siate timidi ma coraggiosi, Dio è con voi. Grazie per essere venuti.

12 Luglio 1986 (Monte di Cristo)
Sia lodato il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Figli miei, sotto la croce voi mi desiderate. lo sono con voi ma con me c’è anche Gesù. lo accompagno i vostri incontri sempre. Accompagnerò tutti coloro che hanno il cuore puro. Non molte cose aspettatevi da me ancora. lo rimarrò sempre in mezzo a voi. Meditate quanto vi ho già detto. Vi aspetto ancora quassù sotto la croce. Vi benedico.

16 Luglio 1986 (Cles, Trento – Chiesa dei Francescani)
Benediciamo il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Figli miei, vi ho chiesto di andare e voi andate. lo sono in mezzo a voi quando operate per il bene dei vostri fratelli. Siete pieni di Spirito. È lo Spirito di Dio che è in voi. Beati saranno tutti coloro che ascoltando metteranno in pratica quanto direte a loro. Benedico questa Comunità. Benedico gli ammalati, gli anziani, benedico tutti voi.

17 Luglio 1986 (S. Martino)
Benedetto sia il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Figlio mio, tu lo dirai ai Sacerdoti: – La legge di Dio è una sola e va rispettata, fatta rispettare. Troppa confusione e poca osservanza dei comandamenti. Anche nel confessionale Satana si fa strada. Gesù chiede cuori puri e ministri giusti, responsabili, perché la responsabilità è grande! – Prega per loro. Vi benedico.

18 Luglio 1986 (Monte di Cristo)
Benediciamo la croce. Figli miei, Gesù vi aspetta qui con Maria per benedirvi. Gesù aspetta tutti, anche coloro che in questo momento sono nel divertimento peccaminoso. Benedetti voi, figli miei; faranno di tutto per allontanarvi da Maria e da Gesù ma voi sarete con il Padre, con il Figlio e con lo Spirito Santo. Amen.

21 Luglio 1986 (S. Martino)
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Vi benedico, figli miei. Vi richiamo all’umiltà, umiltà! Il lavoro che vi attende è grande ma opererete solo attraverso la vostra umiltà. Non perdetevi in piccole cose. Quello che Gesù aspetta da voi è grande. Vi benedico.

24 Luglio 1986 (S. Martino)
Benediciamo il Signore. Figli miei, voglio rimanere ancora con voi per aiutarvi a rinnovare i vostri cuori, per guarire i vostri mali, per donarvi la pace. Siate umili, pregate di più, cercate la giustizia. Amatevi, innamoratevi del bene allontanatevi dal male e vi santificherete. Benedico tutti voi, i vostri giovani, i vostri malati, tutti i vostri anziani.

26 Luglio 1986 (Monte di Cristo)
Benediciamo il Signore. Figli miei, la notte vi preannuncia le tenebre ma voi siete nella luce. Coraggio, verrà verrà: farete anche la vostra Casa. Incominciate da poco a poco. Tu sarai il primo ad entrarvi per aiutare i bisognosi. La farete vicino alle vostre case e sarà tutta una casa. Abbiate coraggio, fede. Vi benedico. (Vedere messaggio in data 25 Marzo 1986).

27 Luglio 1986 (S. Martino)
Figli cari, io voglio rimanere in mezzo a voi. Desidero lavorare con le vostre mani, parlare con la vostra lingua, amare con i vostri cuori. Donatemi la vostra disponibilità e insieme salveremo le anime. Questo solamente sia lo scopo del vostro lavoro. Vi benedico, figli miei, vi benedico.

31 Luglio 1986 (S. Martino)
Lodiamo il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Cari figli miei, siate riconoscenti a Dio per il dono della vita che Lui vi ha dato. Lodate il Padre con tutta la vostra vita. Saprete fare ciò con l’amore in voi e il cuore puro. Non siate indifferenti ai miei richiami. Ascoltatemi. Vi benedico tutti.

1° Agosto 1986 (S. Martino)
Benediciamo il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Figli miei, sono in mezzo a voi e vi benedico tutti. Vi invito tutti a frequentare le vostre parrocchie e le vostre chiese con tutte le vostre famiglie, con tutti i vostri figli: Gesù vi attende. Accolgo le vostre preghiere. Vi benedico.

4 Agosto 1986 (Monte di Cristo)
Benediciamo il Signore. Grazie, figli miei, perché pregate. Siate spesso in preghiera. Quanto non avete capito lo capirete con la preghiera. Benedizioni riceverete dal Padre perché in Lui e con Lui siete quando pregate. Forza e coraggio riceverete voi per superare le awersità che verranno. Pregate, io vi benedico.

6 Agosto 1986 (S. Martino)
Lodato sia il Signore. Rimanete nel bene, figli miei, con gli occhi aperti. Non lasciatevi trascinare da coloro che non sono da Dio, cadreste anche voi vittime di Satana. Pregate, pregate perché sia fede viva, fede vera quella che divulgate ai vostri fratelli. Se sarete forti nella fede avverrà e sarà tutto quello che vi ho chiesto. Coraggio, figli miei. Vi benedico.

7 Agosto 1986 (Monte di Cristo)
Benedetto sia il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo. Figli cari, quando vi sarete staccati dalle cose del mondo, allora possederete la vera fede, sarete in Dio e Dio in voi. Non potrete chiamarvi cristiani accumulando le cose del mondo. Sarà il Padre a darvi tutto ma quando non avrete nulla. Ascoltatemi, figli miei! Domani vi invito a pregare per il Papa. Vi benedico tutti.

8 Agosto 1986 (S. Martino – Durante la riunione Animatori dei Gruppi di preghiera)
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Vi ringrazio, figli miei, del vostro impegno. Siate insieme il fuoco dell’Amore. Riempite le vostre chiese, adorate Gesù, unica via per arrivare al Padre. La vostra preghiera insegni a pregare. Donatevi totalmente all’opera di conversione dei vostri fratelli. Presto capirete quanto Gesù vi ama. Vi aiuterò, figli miei. Vi benedico tutti.

11 Agosto 1986 (S. Martino)
Benediciamo il Signore. Figli cari, quante cose sono venuta a dirvi: vi chiedo di viverle e farle vivere. Ringraziamo il Padre perché questo lo ha concesso Lui. Grandi cose voi farete se mi ascolterete. Le grazie che cercate le riceverete per mezzo di Gesù: adoratelo! Chiedete sempre in sua presenza viva. Adoperatevi affinché venga adorato spesso in tutte le chiese. Quanto verrò a dirti ancora sarà per guidare voi che vi ho chiamato a compiere l’opera di bene, e spesso saranno colloqui riservati con te, caro figlio. Ti ringrazio per quanto hai accettato. Beati sarete insieme se avrete creduto e operato. Vi benedico tutti.

14 Agosto 1986 (Assisi – La Porziuncola)
Lodiamo insieme il Padre. Caro figlio, la tua convinzione è grazia; sia grazia per tutti i tuoi amici. – La preghiera! – Avverrà tutto con la preghiera. Sarà giusto e proficuo il vostro lavoro con la preghiera. Verrà la trasformazione di ciascuno di voi pregando. Tu stai vivendo dei frutti della tua preghiera, dona a tutti questa grazia. Ti benedico e ti ringrazio.

15 Agosto 1986 (Assisi – La Porziuncola)
Padre, il tuo Regno sia in noi. Caro figlio, l’amore del Padre ha fatto meraviglie. Farà ancora grandi cose anche in voi, prodigiose sono le sue opere! Ringraziamo in eterno il Padre che ci ha dato il Figlio e lo Spirito Santo. Ringraziate assieme a Maria e con Maria poiché anche per voi ha operato prodigi. Ti benedico.

20 Agosto 1986 (Assisi – La Porziuncola)
Benediciamo il Padre. Caro figlio, tu vorresti fare tante cose e le farai assieme ai tuoi collaboratori. Non potrai da solo fare le opere che tu pensi. Parlerai ancora come hai fatto. I più teneri di cuore ti hanno seguito. I cuori duri, i superbi, stanno a guardare, ma se ne pentiranno. Assieme ai tuoi amici più vicini cercherete e troverete la santità donandovi e lavorando anche nel silenzio e nella preghiera. Voi siete insieme a Maria e a Gesù. Non temerete i mali. Coraggio, ti benedico.

20 Agosto 1986 (Monte di Cristo)
Preghiamo il Padre assieme. Cari figli, vorrei che la vostra parola fosse sempre meditata, perché possiate con la vostra parola entrare in tutti i cuori. Sia santo il vostro dire, paziente la vostra opera, gioioso il vostro fare: Gesù e Maria saranno con voi se ci sarà in voi amore e giustizia. Vi ringrazio della vostra opera. Vi benedico.

21 Agosto 1986 (S. Martino)
Figli miei, intensificate questo tempo di grazia che state vivendo. E’ grazia del Signore, tempo di salvezza. Pregate perché tutti arrivino, perché non sia ostacolata la strada del Padre.Grandi responsabilità gravano su chi ostacola la salvezza di tante anime. Pregate e adorate Gesù. Vi benedico tutti.

22 Agosto 1986 (Monte di Cristo)
Benediciamo e adoriamo il Padre. Figli miei, chiedete al Padre di aumentare la vostra fede per essere forti nella vostra missione. Siete ancora bisognosi di ricevere per poter dare. Voi che siete consapevoli dell’impegno che vi attende, chiedete con la preghiera e sarete forti nelle opere. Vi benedico tutti.

27 Agosto 1986
Figli miei, preghiamo insieme il Padre perché Lui vi ha consegnato questa opera sua. Voi fidatevi, figli miei, di Maria. Abbandonatevi a me, lasciatevi guidare da me senza chiedervi troppe cose, siate solamente disponibili. lo sarò con voi sempre e vi benedico.

29 Agosto 1986 (Monte di Cristo)
Lodiamo il Signore. Figli miei, ogni giorno voi accompagnate alla croce di Gesù molti fratelli. Gesù e Maria guariranno i loro mali: sono mali dello spirito. A voi voglio consegnare anche tutti gli ammalati nel corpo. Quante sofferenze, figli miei! Farete voi l’opera di visitarli tutti. Parlate di Maria, dite a tutti loro che Maria li benedice. Grazie. Vi benedico.

30 Agosto 1986 (Monte di Cristo)
Benediciamo insieme il Padre. Figli miei, voi siete nella speranza ma Gesù è nell’attesa che si compia la vostra opera di conversione in tutti per mezzo vostro. Siate insieme, vivete uniti, non lasciate soli coloro che, per mezzo vostro, hanno ritrovato Gesù. Vi benedico, Gesù vi benedice.
(La Madonna appare poi una seconda volta dopo alcuni canti mariani) Figli miei, i vostri canti sono preghiera. Gradisco sempre i vostri canti.

1° Settembre 1986
Sia lode al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei, per la potenza e per il suo valore, la preghiera è la regina delle vittorie. Voi state capendo l’importanza della preghiera, voi insegnerete a tutti a pregare. Alla Casa che pensate: se voi vorrete sarà la SCUOLA DI PREGHIERA. Coraggio, figli miei, abbiate coraggio, con Gesù e Maria tutto potrete fare. Benedico voi e tutto il vostro gruppo.

3 Settembre 1986 (S. Martino)
Lodiamo e preghiamo il Signore. Figli miei, voi siete in pena e pregate per poter far pregare. Ancora il Nome di Maria ostacola le vostre iniziative. Gesù, figli miei, primeggiate Gesù! Non siate voi motivo di rotture e divisioni. Siate umili, lasciate a Dio il giudizio. lo vi aiuterò. Fate ogni cosa bene ma soprattutto fidatevi dell’aiuto di Maria e di Gesù. Pregate, pregate! lo vi accompagnerò e vi benedico.

5 Settembre 1986 (S. Martino)
Preghiamo il Padre. Figli miei, ora voi conoscete la verità e voi opererete con la verità. Il mondo spesso soffoca la verità con la menzogna, non mescolatevi con le loro opere, sarebbero vanificate le vostre e vi rendereste responsabili. Siate esempio a tutti con onestà e verità. Vi benedico.

9 Settembre 1986 (S. Martino)
Benediciamo e preghiamo il Signore. Il vostro sguardo sia fisso verso la Luce, figli miei. Siate costanti nella preghiera, approfondite i miei richiami, divulgateli a tutti, sarà benedetta la vostra missione. La vostra opera porterà tanti frutti e voi sarete ricompensati. Vi benedico tutti.

11 Settembre 1986 (S. Martino)
Sia lodato e ringraziato il Padre. Figli miei, la preghiera trasformerà il cuore degli uomini, ecco perché vi chiedo di pregare. Vi santifichi tutti la preghiera, perché possiate donare amore e pace al mondo. Il Signore sarà con voi per aiutarvi nell’opera di salvezza. Vi benedico tutti. Benedico con Gesù tutti coloro che oggi hanno ascoltato il mio richiamo.

13 Settembre 1986 (Monte di Cristo – Dopo la Via Crucis organizzata per tre sere in preparazione alla festa dell’Esaltazione della Santa Croce)
Viva Gesù! Figli miei, nella speranza della croce la vostra certezza: Gesù. Gesù dalla croce toglierà le
vostre croci. La vostra fede vera vi salverà. Con Maria in cammino verso Gesù nella croce. Beati voi, figli miei, che seguite con fede i miei richiami. Vi benedico tutti. Benedico anche i vostri cari.

24 Settembre 1986
Benediciamo il Signore. Figli miei, il mio richiamo a voi sia il richiamo per tutti gli uomini del mondo. Fate che tutti lo ascoltino. Riuscirete a questo se sarete umili. Vi invito a trovare e rimanere nell’umiltà. Figli miei, accogliete questi ultimi miei richiami e fate che io rimanga nei vostri cuori inteneriti e puri per aiutarvi ad amare. Vi benedico.

1° Ottobre 1986 (S. Martino – Con i Responsabili dei Gruppi di Preghiera in chiesa a S. Martino)
Lodato sia il Signore. Figli miei, Gesù e Maria vi hanno chiamati: sia totale la vostra disponibilità, siate consapevoli della vostra responsabilità, siate di esempio, mai di scandalo. La preghiera vi sarà luce e, se vorrete, con la preghiera allontanerete da voi ogni male. La vostra fede sia pura, profonda, poiché non chi mentirà si salverà ma chi avrà il cuore puro. Ascoltate e vivete questi ultimi miei richiami, figli miei, io voglio aiutarvi. Beati voi se avrete il cuore puro. Vi benedico tutti e vi ringrazio.

2 Ottobre 1986 (S. Martino)
Sia lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei, ringraziate sempre il Padre. Siate costantemente riconoscenti per tutte le cose belle che avete trovato. Sono tutte sue opere. Voi siate disponibili con tutti, coraggiosi nell’umiltà. Ci sia sempre in voi la carità. Impegnatevi a vivere e a far vivere la carità con impegno. Vi benedico, figli miei, vi benedico.

16 Ottobre 1986
Benediciamo il Signore. Figli miei, pace, grazia e consolazione trovano i cuori che corrono nei luoghi in cui io sto chiamando. Coloro che mi ascolteranno ritorneranno saldamente alla fede ed io li rinchiuderò nel mio cuore. La fede, soltanto la fede può dare agli uomini il vero senso della vita. Questa fede ha contraddistinto i Santi e li ha resi capaci delle più grandi virtù. A voi che pregate, schiere di Angeli vi attornieranno per non lasciarvi soli. Satana non si avvicinerà a voi, figli miei, poiché con Maria innalzate il Nome di Gesù. Non vi abbandonerò, figli miei. Vi benedico.

20 Ottobre 1986
Lode al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei,oggi vi dirò quanto direte a tutti: il tempo che state vivendo non è il tempo del premio; il tempo del premio non ha fine. Molto lunghi sono i tempi della purificazione per molti che, dopo la loro morte, non hanno ancora varcato la soglia della luce; grande è il numero di questi! Anche per loro io vengo a dirvi: Figli miei, pregate perché attraverso la preghiera e la carità si ridurranno i tempi della loro sofferenza. Ascoltatemi, figli miei. Vi benedico tutti.

22 Ottobre 1986 (Monte di Cristo)
Sia gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei, vi accompagno ogni giorno su questa “Via Crucis” che è la via del Calvario di Gesù. Questa è la strada che porta alla vittoria sulla morte, le anime in trionfo verso il Padre. Percorrete ogni giorno questa via con Maria. Non sarà più la strada del pianto ma la via della redenzione. La via dell’umiliazione è diventata la via dell’esaltazione. Figli miei, vi assicuro che tutte le volte che percorrerete con devozione la “Via Crucis”, voi libererete molte anime dal Purgatorio ed avrete da loro aiuto e preghiera. Dedicate anche a loro questa devozione. Vi benedico tutti, figli miei.

27 Ottobre 1986 (Giornata per la Pace celebrata dal Papa in Assisi con rappresentanti di altre religioni)
Sia ringraziato il Signore. Figli miei, la benedizione del Padre oggi è scesa su tutti coloro che hanno invocato la pace. Pace, figli cari! I cuori puri porteranno la pace a tutti gli uomini. lo vengo per portarvi la pace e l’amore. Se vi amerete di più, allora verrà la pace in tutti i cuori. Una sola preghiera unisca tutti gli uomini. IO SONO LA REGINA DELL’AMORE. Attraverso l’amore verrà la pace! Insegnate a tutti ad amare, figli miei. Vi benedico tutti.

29 Ottobre 1986 (S. Martino)
Preghiamo Gesù. Continuate con la preghiera vera. Non cercate cose nuove, non potrete gustare i doni di Gesù. Aprite i vostri cuori e lasciatevi guidare da me. lo vi ho chiamati, figli miei, perché la vostra vita sia trasformata, perché Gesù sia in voi. Se vivrete i miei richiami, troverete la gioia e la pace e sarete nella salvezza. Maria, Madre di Gesù e Madre vostra, vuole la vostra salvezza. Ascoltatemi, figli miei. Vi ringrazio delle vostre opere. Vi benedico.

31 Ottobre 1986 (S. Martino)
Benedetto il Padre. Figli miei, Gesù vi consegna la sua croce e vi invita a portarla con amore. lo consegno a voi, figli cari, tutti i miei richiami perché siano vissuti, diffusi a tutti. La mia presenza in mezzo a voi è stata per molti consolazione, per altri scompiglio. Molti sono venuti qui per pregare, alcuni per cancellare la mia presenza. Dirai oggi al tuo Vescovo che la Madonna lo benedice e che non ci saranno più le mie apparizioni in mezzo a tutti: d’ora in poi io sarò solo con te per guidare con te tutti coloro che intendono ascoltare i miei richiami e lavorare con Gesù per il Regno del Padre. Vi benedico, figli miei.

8 Novembre 1986
Padre, Ti preghiamo e Ti adoriamo. Sono ancora io, che ti chiama, che vi chiama tutti perché vi ho chiesto di essere testimoni dei miei richiami, dei miei inviti. lo chiedo a voi di essere la forza del rinnovamento nella Chiesa di Gesù, perché Gesù non sia solo un simbolo nella Chiesa ma sia adorato nella sua viva presenza. Voi già siete con Lui ma vi chiedo, figli, di aiutare tutti a rientrare nella realtà della fede. Gesù da troppi è dimenticato, da troppi viene allontanato. Voi awicinate tutti a Lui che vi sta aspettando con tutti.

11 Novembre 1986
Preghiamo insieme il Padre, figlio mio. lo vengo per benedirvi, per togliere le vostre sofferenze, per aiutarvi. Siate forti, abbiate fiducia, il male che vi circonda è tanto, vi aiuti Gesù a santificarvi. Figli miei, siate in preghiera sempre e Gesù sarà con voi sempre. Vi benedico.

12 Novembre 1986
Ringraziamo e benediciamo il Signore. Figli miei, io vi chiamo affinché torniate alla fede. Vi amo e desidero la vostra salvezza. Figli cari, preoccupatevi sì anche voi dei vostri figli ma soprattutto della salute spirituale. Ogni corpo sarà risanato quando l’anima è in grazia. La vostra costante preghiera salverà i vostri figli. Non temete. Vi benedico.

15 Novembre 1986
Adoriamo il Padre e il Figlio, adoriamo lo Spirito Santo. Figlio mio, lo dirai tu ai tuoi amici che Maria li chiama beati, poiché insieme camminate e vivete con gioia i miei richiami. Abbiate coraggio, non vi spaventino le croci, Gesù vi ha consegnato la sua croce ma vi aiuterà a sorreggerla. Beati voi che ospitate Gesù e pregate. Si allontani da voi il peso della nube oscura che grava sul mondo. Vengo per richiamare tutti alla conversione, ma molti sono sordi e ciechi pur vedendo. Parlate voi, figli miei, per coloro che non parlano, siate presenti per gli assenti. Il Padre abbia misericordia di tutti. Vi benedico.

22 Novembre 1986
Adoriamo il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Figli miei, voi lo sapete quanto vi amo. Su di voi io mi sono adagiata. Sono entrata nei vostri cuori intenerendoli, chiedendo il vostro aiuto per convertire, per amare, perché con voi voglio lavorare nel mondo. Le opere materiali saranno solo per alleviare le sofferenze e per portare i vostri fratelli alla fede e quindi al Padre. Fate ogni cosa bene. Rimanga fisso in voi lo scopo della vostra opera: la FEDE. Se mi ascolterete, tutto avverrà. Vi benedico, figli miei.

27 Novembre 1986
Glorifichiamo il Signore. Figli miei, sono molti quelli che io sto chiamando. Verranno, e voi li accoglierete con amore. Siate preparati in tutto, non lasciate nel vuoto i miei segni di amore. Presto sarete ostacolati, preparatevi quindi con tutte le vostre possibilità e mezzi per custodire al sicuro i vostri tesori. Abbiate coraggio, dimostratevi pieni di amore con tutti. Siate umili e uniti. Soffrite e gioite con Maria. Vi benedico tutti.

29 Novembre 1986
Benediciamo il Signore. Figli miei, non abbiate paura voi che con Maria lavorate e pregate. Ringraziate con Maria il Padre perché da sempre mi ha creata Immacolata per poter illuminare con la luce del candore la vostra strada. Voglio portarvi alla luce, figli miei, e voi lo sapete perché ascoltate Maria. Non temete, vi aiuterò e vi benedico, figli miei.

1° Dicembre 1986
Lode e gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figli miei, un giorno Gesù vi accompagnerà al Padre, allora io testimonierò per voi. Beati voi, figli miei, perché vi siete resi docili e vi siete riempiti di bene. Voi troverete posto nella luce ove il Padre vi premierà. Mantenete nella purezza il vostro cuore, siate sempre nell’umiltà poiché i superbi non godranno della luce. Questi che rifiutano il dono non sono umili: aiutateli voi, figli miei, con umiltà e preghiera. Vi benedico. Benedico tutti i vostri cari, e vi ringrazio.

4 Dicembre 1986
Benediciamo il Padre. Figli miei, benedico sì tutti i vostri oggetti, li consacro, ma desidero che vi amiate. Amore, amore fra tutti voi, figli cari. lo vi sarò sempre vicino se vi amerete. Vi benedico.

10 Dicembre 1986
Benedetto sia il Padre. Figli miei, la vostra fede vi salverà e il Padre vi premierà. Sia lode al Padre, luce e vita degli Eterni. Vi accoglierà il Padre per mezzo di Maria, voi che testimoniate Gesù. Maria soffre e gioisce insieme a voi, poiché con voi cammina per donare luce. Gli uomini cercano la luce e rifiutano la Luce: abbiate coraggio, figli miei, non vi stancate. lo desidero lavorare con voi, ma se voi non mi sentite vicina e non mi vedete, come posso operare? lo vi ho chiamati assieme a molti che non sono ancora venuti, prendeteli per mano voi, figli miei, e accompagnateli, io vi aiuterò. Siate umili e attenti, fate bene ogni cosa. lo vi benedico.

14 Dicembre 1986
Lode e gloria a Te Padre. Figli miei, perché vi preoccupate di quello che devo fare io? Fate voi quello che ho chiesto di fare a voi: unitevi in molti – pregate – amatevi – amatevi senza fine, umiltà e silenzio sia il vostro tesoro. Non chiedo a voi di più di ciò che potete ma il giusto in ciò che fate. Farete anche voi le opere ma non con le parole. Le parole siano per diffondere i miei richiami e per chiamare tutti. Unitevi agli umili poiché i superbi demoliscono le opere di Dio. Vi ringrazio delle vostre veglie di preghiera, continuate. Vi benedico, figli.

22 Dicembre 1986
Benedetto sia il Signore. Figli miei, il mondo ha bisogno di Gesù: portatelo voi a tutti in questo Natale, portatelo anche a coloro che, se pur vicini, non L’hanno riconosciuto. Assieme a Maria portatelo per donare pace al mondo. Il mio cuore si riempie di gioia nell’incontrare molti figli ancora che, per mezzo di voi, si sono incamminati sulla strada della luce. Grazie, figli miei, perché rispondete ai miei richiami. Vi benedico con Gesù.

27 Dicembre 1986
Ringraziamo il Padre. Figli miei, che cosa varrebbero le vostre preghiere se io non le ascoltassi tutte? Il Padre mi ha dato questo potere, ringraziamolo. Non dubitate mai, figli miei, sono sempre con voi quando pregate. Fate sì che le vostre preghiere siano degne di benedizioni. lo vi benedico, figli.

29 Dicembre 1986
Benediciamo il Signore. Figli miei, c’è bisogno di schiere oranti per allontanare il male, per salvare la Chiesa di Gesù. Molti demolitori della grazia divina sono tra i servitori della Chiesa che vorrebbero combattere il male ma non ci riescono perché sono eretici. Rimanete uniti con chi vi è vicino, figli miei, pregate con loro per coloro che divinizzano il mondo.Maria salverà le anime assieme a voi, la battaglia contro il male sarà vinta con voi. Anche le vostre lacrime serviranno e saranno preziose per le conversioni. Verranno presto coloro che vi faranno dubitare di ciò che fate, allora siate svegli, attenti. Satana si aggrapperà alle vostre vesti. Invocate allora il Nome di Gesù e di Maria e sarete aiutati. Non dubitate mai, figli miei, nemmeno nel dolore. Molte cose già sapete. Siate uniti e umili, forti nell’amore. Vi benedico, figli miei.


Scarica PDF

IL VEGGENTE HA RICEVUTO ANCHE DIVERSI MESSAGGI IN CUI SI PARLA DEGLI ANGELI, CHE PUOI CONSULTARE SU QUESTA PAGINA

Matteucci Marco – © GRAFO2000 | Lunedì, 8 Giugno 2020

Un commento Aggiungi il tuo

Vuoi commentare il post?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...